Pubblicità

Pensiero ossessivo (1624140870146)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 214 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

Fabio, 34 anni

domanda

 

 

Gentile Dottoressa/Dottore!

Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei messaggi e poi anche dei video di carattere erotico sessuale con la moglie di mio cugino.

Rendendomi conto della cosa sbagliata che stavo facendo di è chiuso tutto lì, quindi non ho avuto nè rapporti sessuali e neanche contatti sessuali di nessun tipo.

L'ultimo anno ho cominciato a pensare molto a questa cosa e adesso questi ultimi mesi non mi da tregua questo pensiero. Mi sto tormentando e ho attacchi di panico tremendi quando penso al fatto. Ho dovuto riprendere la terapia con Escitalopram per ora 10 mg /die e anche EN 20 gtt al bisogno.

Tutti i giorni ,specialmente alla mattina mi sento malissimo ,ansioso e devo ricorrere alle benzodiazepine per calmare l'ansia.

Ho 34 anni e soffro da quando avevo 19 anni di attacchi di panico. Prima sono stato in terapia con Citalopram,poi con Fluvoxamina e adesso di nuovo con l'escitalopram.

Ho una paura tremenda di impazzire, perdere il controllo, essere giudicato dagli altri. ne ho parlato con la mia fidanzata che lo trova assurdo una preoccupazione così eccessiva,ma provo tanta vergogna,nei confronti di mio cugino e la mia famiglia.

Ho paura che questo errore mi farà impazzire o finire in un ospedale psichiatrico. Per favore mi potete aiutare?

Grazie,

Cordiali Saluti,Fabio!

 

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

 

risposta

 

 

Gent.le Fabio,

ho letto la situazione che hai descritto. Comprendo il tuo senso di colpa nell'aver commesso un'azione sbagliata contro la moglie di tuo cugino. Il senso di colpa è diventato per te un'ossessione, la vergogna di cio che hai fatto ti sta distruggendo.

Bisogna che tu possa lavorare per poterti perdonare. Nella vita ciò che è importante  non è non sbagliare mai, ma riuscire a riconoscere i propri errori e cercare di crescere con l'esperienza.

Riconoscere dove si è sbagliato è un buon passo, ma senza pretendere da se stessi una perfezione che non esiste. Nessuno è perfetto, dagli errori si può imparare e cercare di migliorare.

Positivizzare anche gli errori e gli sbagli serve a guardare con occhi nuove la vita. La vita insegna come poterla gestire e viverla in pienezza.

A volte per paura di viverla, ci si concentra solo a guardare gli errori commessi da se stessi o dagli altri. 

Auguro a te Fabio di ritrovare il senso della tua vita, sei ancora giovane.

Cordiali saluti

Dr.ssa Iolanda Lo Bue 

 

 

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Amok

"Follia rabbiosa, una specie di idrofobia umana... un accesso di monomania omicida, insensata, non paragonabile a nessun'altra intossicazione alcolica".» (Zweig...

Cyberbullismo

Il termine cyberbullismo, o bullismo on-line, indica una nuova forma di bullismo e di molestia che avviene tramite l’uso delle nuove tecnologie: e-mail, blog, c...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

News Letters

0
condivisioni