Pubblicità

Ricerche e Contributi

Pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche

on . Postato in Ricerche e Contributi

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono stati inviati dal loro precedente psicoterapeuta.

Pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeuticheSe è pur vero che la relazione e l'alleanza terapeutica svolgono un ruolo cruciale nel successo della terapia, vi è stata poca ricerca su come il processo di trasferimento del cliente ad un altro psicoterapeuta e le precedenti relazioni psicoterapeutiche possono avere un impatto su di essa.

Arroccamento e rabbia di un adolescente al Test del Villaggio

on . Postato in Ricerche e Contributi

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco

un caso di rabbia indagato con il test del villaggioOscar ha 14 anni e ha perso il papà quando ne aveva sei, a causa di un incidente stradale. Fin da subito, secondo la madre, Oscar ha manifestato una forte rabbia:

  1. verso il papà («Se e morto e colpa sua, non e stato attento»;
  2. verso l’investitore («Devono arrestare il signore che ha investito papà, cosi anche suo figlio capisce cosa vuol dire stare senza padre»;
  3. verso Dio, trincerandosi dietro un forte razionalismo (ora dice di essere ateo).

Tale rabbia, pero, nel corso del tempo, non ha trovato una via di espressione o di elaborazione, ed e stata per lo piu rimossa, tanto da non essere riconosciuta al momento attuale da Oscar.

Il Test del villaggio e l’organizzazione del Sé

on . Postato in Ricerche e Contributi

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone i diversi e multiformi aspetti, a partire da un rigoroso inquadramento teorico e metodologico ma anche fornendo esemplificazioni cliniche concrete.

test del villaggio settembre 2018Nel corso del Test del villaggio, ovvero durante la fase di costruzione, di inchiesta e di analisi della costruzione, il soggetto è condotto a considerare la propria produzione come espressione o proiezione del proprio mondo fisio-psico-affettivo (Marchisa e Terenzio, 1968), come lo specchio che riflette la propria immagine.

Scienza, diritto e processo: problematiche e risorse nel contesto clinico forense

on . Postato in Ricerche e Contributi

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio trae linfa, mentre il secondo necessita di certezze.

scienza diritto processo ctp ctuDa una parte c'è il Giudice, alla ricerca di garanzie per stabilire la capacità di intendere di un imputato all'interno del contesto penale, per meglio valutare l'indennizzo di un patito danno o per comprendere le dinamiche relazionali in un procedimento di affido in sede civile.

Dall'altra c'è il Perito che, nel contesto clinico forense, applicando una scienza non esatta come ad esempio la chimica inquadrabile in formule matematiche, non riesce a stabilire fatti incontrovertibili.  

Introduzione al Test del Villaggio

on . Postato in Ricerche e Contributi

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è che il gioco, come il grafismo (test carta e matita, scarabocchio), permette di trasferire in uno spazio esterno delimitato, qualcosa dello spazio interno.

test del villaggioIl Villaggio e costituito da una serie di piccoli elementi di legno colorato, aventi significati simbolici (casette, persone, animali, alberi, un castello, una chiesa, negozi, strade, recinzioni ecc.), che il soggetto puo disporre sulla superficie di un tavolo rettangolare che misura 120 x 74 cm. Al soggetto viene chiesto di costruire un villaggio con il materiale a disposizione, senza fornire limiti di tempo. Sarà lui a dire quando ritiene di avere terminato la costruzione, dando così avvio alla fase di inchiesta e all’eventuale richiesta di raccontare una storia sul villaggio costruito. Non e richiesto di utilizzare tutto il materiale a disposizione, poiché riteniamo che anche le omissioni siano significative, e che l’introduzione “forzata” di tutti i pezzi del kit negherebbe al soggetto la libertà di scegliere cosa inserire, lasciando – in senso gestaltico – emergere una propria personale figura dallo sfondo indistinto del mucchio di pezzi posizionati alla rinfusa a lato dal tavolo. Anche i vuoti lasciati sul tavolo sono significativi, perché riflettono luoghi del Sé deficitari o problematici, o su cui si e investito poco, o che si tende a rimuovere, o qualitativamente scarni di significazioni.

Obesità e Confine del Sé nel Test I.Co.S.

on . Postato in Ricerche e Contributi

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro/fuori e il Test I.Co.S. è concretamente utile per comprendere lo stile di gestione, da parte del soggetto obeso, delle relazioni con l’esterno e tra le sue parti interne.

Obesità e Confine del SéPrima di entrare nello specifico del rapporto tra Obesità e problemi di confine, è importante ricordare che il disturbo psicosomatico rappresenta lo spostamento sul corpo di un problema di natura psichica che, non potendo essere risolto su quel piano, viene “spostato” sul piano somatico con una operazione che, per quanto paradossale, rappresenta comunque un “vantaggio” da diversi punti di vista:

  • rende visibile/denuncia l’esistenza di un problema... ed in genere costringe ad occuparsi in qualche modo di sé
  • “protegge”, almeno temporaneamente, la persona da qualcosa che la spaventa molto più del sintomo corporeo... nonostante apparentemente sia proprio su quest’ultimo che si concentrano tutte le sue preoccupazioni
  • costruisce una sorta di rappresentazione simbolica dell’operazione che, se riportata sul piano psicologico, risolverebbe il vero problema.

La misura del cambiamento in psicoterapia attraverso il Test del Confine (I.Co.S.)

on . Postato in Ricerche e Contributi

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle relazioni tra mondo interno e mondo esterno e tra le diverse istanze del mondo interno, può vantaggiosamente essere utilizzato per verificare, in modo più oggettivo rispetto all’osservazione clinica, il cambiamento nel modo di funzionare del paziente, in diversi momenti del percorso psicoterapeutico.

cambiamento in psicoterapia icosPer il lo psicoterapeuta sarà una utile conferma o un importante completamento/arricchimento di quanto già osservato o ipotizzato.

Per il paziente rappresenterà una “misura” tangibile/evidente e gratificante/rinforzante del suo cambiamento: a questo scopo, la seconda somministrazione del Test (come anche le eventuali successive) deve essere seguita da una restituzione comparata che illustrerà, oltre al senso delle nuove risposte, anche il significato del passaggio dal precedente all’attuale modo di funzionare.

La Psicoterapia Psicodinamica funziona: conferme e dati

on . Postato in Ricerche e Contributi

La prestigiosa rivista “The American Journal of Psychiatry” ha pubblicato nuovi dati meta-analitici che confermano come l'efficacia della psicoterapia psicodinamica sia pari a quella di altri trattamenti psicoterapeutici empiricamente validati.

Psicoterapia Psicodinamica funzionaPer la prima volta l'equivalenza della terapia psicodinamica ai trattamenti stabiliti in termini di efficacia è stata formalmente testata”.

La psicoterapia psicodinamica proviene da approcci psicoanalitici tradizionali, la cui base è stata stabilita da Sigmund Freud.

Il confine fra paziente e psicoterapeuta

on . Postato in Ricerche e Contributi

Uno psicoterapeuta può essere coinvolto nella vita del paziente? E se si, fino a che punto? Perchè i confini in psicoterapia è importante che vengano rispettati? E perchè uno psicoterapeuta non può essere amico di un paziente?

confine fra paziente e psicoterapeuta

C'è una forza più potente del libro arbitrio: il nostro inconscio. Sotto i semi, a porte chiuse, siamo tutti governati dagli stessi desideri. E quei desideri possono essere grezzi, oscuri e profondamente vergognosi”.

Queste parole pronunciate dall'attrice Naomi Watts, che interpreta il ruolo della psicoterapeuta “svitata” Jean Holloway, nella serie Netflix intitolata “Gypsy”, richiamano una grande verità.

L'infanzia abusata, pedofilia e violenza sessuale

on . Postato in Ricerche e Contributi

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro di una triste e complessa realtà presente in tutti i contesti sociali e culturali.

infanzia abusata pedofilia e violenza sessuale"Picchiare un bambino, umiliarlo o farlo oggetto di abusi sessuali è un delitto, perché danneggia un individuo per tutta la sua esistenza"
(Alice Miller).

Le parole della Miller, attenta e appassionata osservatrice delle problematiche che investono la condizione infantile, riportano l’attenzione sulle ferite devastanti procurate ai bambini quando diventano oggetto di abuso sessuale, di violenza e di maltrattamenti di ogni genere, inclusi quelli psicologici.

Il confine nelle dinamiche di coppia: usare il test I.Co.S.

on . Postato in Ricerche e Contributi

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a cui viene somministrato ed è particolarmente utile nell'indagine delle dinamiche relazionali della coppia, sia a livello individuale che del rapporto fra i partner.

confine dinamiche di coppiaIl Test I.Co.S., un test semi-proiettivo sul Confine del Sé, nella misura in cui fornisce indicazioni estremamente dettagliate sugli aspetti della personalità relativi allo stile di gestione delle relazioni, rappresenta uno strumento particolarmente utile nella terapia di coppia, sia dal punto di vista diagnostico/prognostico che da quello terapeutico in senso stretto.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

News Letters