Pubblicità

La psicologia del lavoro

Tags: psicologia del lavoro

Il marketing sensoriale. Come la musica influenza le nostre scelte

on . Postato in La psicologia del lavoro

La musica ci circonda in qualsiasi momento della nostra giornata e molte volte non è un fatto casuale ma il risultato di vere e proprie ricerche di marketing, il cosidetto marketing sensoriale.

di Annalisa Balestrieri

Il marketing sensoriale

La musica ci circonda in qualsiasi momento della nostra giornata. Anche quando non decidiamo intenzionalmente di ascoltarla, fa da colonna sonora a quasi tutto ciò che facciamo.

Andiamo al bar per un caffè e la radio in sottofondo ci trasmette musica, facciamo la spesa e la musica ci accompagna negli acquisti, siamo ad una mostra e un sottofondo musicale segue il nostro percorso di visita.

Una risata può farti ottenere una promozione o il licenziamento: il ruolo dell’umorismo nelle dinamiche lavorative

on . Postato in La psicologia del lavoro

Il ruolo dell’umorismo è un argomento che ha un rinnovato interesse da parte del mondo accademico e manageriale. I suoi benefici sull’umore e sul team-building sono riportati, ma l’uso improprio senza una contestualizzazione della situazione può avere effetti negativi.

di Giovanni Carlo Bruni

umorismo e lavoroLa ricerca sull’umorismo

L’umorismo, inteso nel suo concetto di ribaltare le regole implicite ed esplicite di una certa situazione per scaricare la tensione (Ritche, 2005), sta diventando nuovamente un argomento di ampio studio da parte del mondo accademico e scientifico.

Migliorare la salute mentale sul posto di lavoro

on . Postato in La psicologia del lavoro

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Journal of Occupational Health Psychology, ha evidenziato che la psicoterapia cognitivo-comportamentale focalizzata sui problemi di lavoro, accelera il recupero e migliora la salute mentale dei dipendenti.

Migliorare la salute mentale sul posto di lavoroI disturbi della salute mentale sono una causa comune di congedi per malattia sul posto di lavoro.

I dipendenti che hanno deciso di intraprendere un percorso personale e sono pertanto rientrati prima a lavoro non hanno subito effetti avversi e hanno mostrato un significativo miglioramento della salute mentale nel corso di un anno.

Essere estroversi sul posto di lavoro porta vantaggi?

on . Postato in La psicologia del lavoro

Essere estroversi può produrre vantaggi sul posto di lavoro, come ha evidenziato uno studio dell'Università di Toronto

di Giorgia Lauro

Essere estroversi sul posto di lavoro porta vantaggiDi recente c'è stato un grande dibattito nella cultura popolare sui vantaggi e gli svantaggi degli estroversi sul posto di lavoro, ma spesso trascurato dalla letteratura scientifica”, afferma Michael Wilmot, del Dipartimento di Management dell'Università di Toronto.

Il mobbing

on . Postato in La psicologia del lavoro

In questo articolo approfondirò la problematica del mobbing, un fenomeno di cui ancora si parla poco ma che è molto diffuso nei contesti organizzativi e ne Esplorerò le cause sociali e psicologiche che attivano questo fenomeno e le diverse tipologie trattate anche in Cassazione.

il mobbing emarginazione e persecuzioneLa parola mobbing ha origine da studi etologici, il ricercatore Konrad Lorenz ne specificò per prima il significato. Il significato iniziale si riferiva, infatti, a tutti quegli atteggiamenti animali perpetrati da uno o più membri di un gruppo nei confronti di quello che potrebbe essere definito come l'anello debole dell'insieme, al fine di estraniare il soggetto dal resto branco e allontanarlo.

I dipendenti curiosi aiutano le aziende a crescere

on . Postato in La psicologia del lavoro

Recenti studi hanno dimostrato che l’influenza di curiosità e creatività sulla prestazione di lavoro è rilevante ed è utile per la crescita aziendale assumere dipendenti curiosi e creativi.

dipendenti curiosi aiutano le aziende a crescereIn una nuova ricerca è emerso che quei datori di lavoro, che vorrebbero assumere persone in grado di pensare fuori dagli schemi e di risolvere i problemi difficili dovrebbero iniziare a cercare un particolare tratto di personalità: la curiosità.

Tecniche per risolvere il conflitto sul luogo di lavoro

on . Postato in La psicologia del lavoro

Il conflitto è un’esperienza comune quotidiana, costante nella vita individuale e dei gruppi. Non ha una natura né imprescindibilmente maligna né benigna. E’ un’occasione che può essere usata bene o male, a favore di una relazione o a sfavore.

conflitto lavoroIl conflitto ci fa pensare e ri-progettare la nostra vita.

Conflitto non vuol dire sempre scontro ma anche espressione di un altro punto di vista alla base di comportamenti e azioni che servono a far avanzare le situazioni, a renderle nuove, ad innovare.

Una buona comunicazione riduce il rischio di conflitto sul lavoro

on . Postato in La psicologia del lavoro

Una buona comunicazione e La comprensione si sé e dell’altro sono alla base di una relazione utile, serena, efficace.

buona comunicazioneRaramente sul posto di lavoro si usano modalità comunicative differenti da quelle usate anche in altri contesti e la incapacità di modularsi, sapendo quando e come modificare il proprio modo di dire o quello che si pensa, è tra le cause sia del conflitto che del malessere.

Lo stress lavoro correlato

on . Postato in La psicologia del lavoro

Studi anglosassoni hanno dimostrato da tempo che lo stress lavoro correlato ha ripercussioni significative sulla qualità del lavoro e sulle assenze dovute a somatizzazioni.

stress lavoro correlatoL’attenzione dei ricercatori ha messo in luce come lenire il disagio, attraverso l’ascolto, possa migliorare la situazione con risultati positivi sia sul piano della produttività che della prevenzione tanto che dal 2011 si è reso obbligatorio per le aziende italiane effettuarlo attraverso la somministrazione di questionari (anonimi) relativi sia all’ambiente che alla tipologia di lavoro.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. Il paradigma (ovvero il modello di riferimento) alla...

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

News Letters