Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Attacchi di panico (062924)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 146 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Emma 31 anni, 19.03.2003

E' da circa sei mesi che soffro ripetutamente di attacchi di panico.
Il primo mi è venuto mentre ero dal parrucchiere, sono scappata con i capelli ancora bagnati, poi la situazione è andata peggiorando non riesco neanche ad accompagnare mio figlio all'asilo, comincio a sentirmi male già prima di uscire da casa.
E' da circa un mese che non riesco più neanche ad andare a fare una passeggiata da sola,subito appena uscita da casa mi assale un senso di angoscia indescrivibile, mi manca il respiro , ho paura di svenire.
Ho provato qualche mese fa con la psicoanalisi, associata ad una terapia farmacologica (Xanax), mi sono letteralmente rifiutata di prendere un antidepressivo, non mi sento depressa, io avrei voglia di uscire , di fare tutte quelle cose normali che fanno tutte le mamme con i loro figli, ma proprio non ce la faccio.
Non so veramente cosa fare, anche perchè questo mio malessere,a volte difficilmente compreso dagli altri mi rende spesso nervosa ed intrattabile, ma sento che se non riesco a fare qualcosa potrei irrimediabilmente compromettere la serenità di tutte le persone che mi sono vicine e distruggere quello che di buono ho fatto nella mia vita. Grazie per la cortese attenzione

Cara Emma, "provare con la psicoanalisi" significa che non ha funzionato? Io penso che per il tuo problema sarebbe più adatta una psicoterapia ad orientamento cognitivo-comportamentale o di analisi transazionale.
Comunque, quello che tu stai esprimendo è un disagio che, attraverso i sintomi, mostra che in questo momento stai vivendo uno stress e una carenza a cui non hai prestato attenzione.
E' come se una parte di noi si ribellasse al fatto che non l'ascoltiamo e, lavorando ad un livello subconscio ed inconscio, ci facesse dei dispetti.
C'entrano i nostri pensieri e le nostre emozioni che, solo se esplicitate, possono chiarirci la situazione.
E, per esempio, se ultimamente non ti sei più presa cura di te stessa per pensare agli altri, a tuo figlio e a tuo marito, ma avevi bisogno di spazi tuoi, che ne so, per ascoltare un pò di musica o chiacchierare con un'amica, una parte di te ha cominciato a "ribellarsi" e a dirti, attraverso i sintomi, che è stanca e vuole dei cambiamenti.
Rifletti su questo e cerca di ascoltarti e capire di cosa hai bisogno. Ciao.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

News Letters

0
condivisioni