Pubblicità

Il Cibo come fonte di essere e ben-essere, di A. Fata

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 316 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

L'agile e veloce libro della Dott.ssa Anna Fata si pone il compito importante di aiutarci a vivere "normalmente" il nostro rapporto complesso con il cibo e con i suoi doveri/piaceri.

cibo come fonteSiamo, infatti, così tanto abituati a parlarne e a sentirne parlare in chiave patologica (obesità, anoressia/bulimia, etc.) che ci sfugge ormai la condizione naturale del problema, se tale possiamo definirlo.

Scorrendo agevolmente le pagine, si attraversano tutte le realtà che hanno caratterizzato e/o caratterizzano il rapporto uomo/cibo, dai simbolismi (sempre molto potenti e presenti) alla quotidianità ed alle funzioni nutritive dello stesso.

Leggendo, riusciamo facilmente a cogliere i nessi che vi sono fra cibo e piacere, cibo e sessualità, cibo e cultura, cibo e personalità ed è piacevole scoprire cose decisamente evidenti che però non avevamo mai osservato pienamente e correttamente.

Chiude il volume una ricca sezione dedicata a "Cibo e Cinema" che presentando le schede di 13 film consente di verificare come, negli stessi, siano state presentate le diverse dinamiche che entrano in gioco nel nostro quotidiano rapporto con il cibo.

In conclusione, un libro decisamente divulgativo che può essere una buona base per partire verso ulteriori approfondimenti su di un argomento che "riempe" la nostra vita di tutti i giorni.

 

Il Cibo come fonte di essere e ben-essere
Anna Fata - Armando Editore - 2005 - pagine 112

 

A cura di Luigi Di Giuseppe

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Fissazione

Il termine fissazione può avere significati diversi: Rinforzo di una tendenza o reazione, che porta alla nascita di un ricordo o di una abitudine motoria. F...

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

News Letters

0
condivisioni