Pubblicità

PSICOLOGIA NEWS n. 33 - 20 settembre 2001

0
condivisioni

on . Postato in News libri e riviste | Letto 253 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Perkins David
    Come Leonardo
  • Rita D'Amico
    Le colpe degli amanti. Dalla sofferenza all'empatia
  • Koplewicz Harold S.
    Non è colpa di nessuno
  • Carotenuto Aldo
    L'anima delle donne
  • Donald H. McBurney
    Metodologia della ricerca in psicologia
  • Ehrhardt Ute
    Donne cattivissime
  • Glass Lillian
    Come eliminare i rompiballe e vivere felici
Perkins David

Come Leonardo

L. 32.000, 287 p., 2001
Il Saggiatore - Collana La cultura

Molte tra le scoperte scientifiche e le innovazioni che hanno segnato il progresso del genere umano hanno avuto origine da un'illuminazione improvvisa e decisiva. David Perkins definisce pensiero trasformativo il processo mentale che conduce a questi risultati eccezionali e lo accomuna, per portata innovativa e potenzialità, ai processi evolutivi che in natura portano alla nascita di nuove specie di organismi. In "Come Leonardo" l'autore illustra il funzionamento del pensiero trasformativo, i suoi meccanismi e i modi in cui è in grado di risolvere i problemi apparentemente impossibili.

 

Rita D'Amico

Le colpe degli amanti. Dalla sofferenza all'empatia

Editrice Il Mulino - Intersezioni
p. 160, L. 20.000 (euro 10,33) - ISBN-88-15-08186-0

Per molti decenni del senso di colpa si sono messi in rilevo solo gli aspetti negativi, gli effetti dolorosi e talvolta autodistruttivi. Lo testimonia il numero crescente di libri, articoli, manuali di auto-aiuto che esortano per l'appunto a difendersene e a liberarsene. Solo da qualche tempo il senso di colpa ha trovato la sua dignità di emozione non collegata direttamente a disfunzionalità patologiche. Prendendo a riferimento le relazioni e non più le singole soggettività si è infatti riscontrato che chi prova senso di colpa possiede alcune qualità ritenute indispensabili per il buon funzionamento di tutti i rapporti interpersonali: la sensibilità verso gli altri e l'attenzione verso il benessere altrui. In questo libro si guarda al senso di colpa in una prospettiva nuova che aiuta a comprenderne le potenzialità e a considerarlo come un aspetto della nostra ricchezza emotiva. Oltre a scoprirne meccanismi e modalità, esso viene analizzato come risorsa all'interno delle relazioni affettive: quando amiamo qualcuno sviluppiamo una particolare sensibilità verso le conseguenze negative che le nostre parole e le nostre azioni possono avere sull'altro e con il passare del tempo impariamo a non farlo soffrire. Se l'altro a sua volta apprezza e valorizza questo atteggiamento allora l'immagine di entrambi ne esce rafforzata, i legami di fiducia rinsaldati, gli scambi reciproci prolungati nel tempo. Grazie anche alle numerose testimonianze riportate i lettori potranno facilmente ritrovare se stessi e le proprie esperienze, e avranno uno stimolo a comprendere meglio i propri comportamenti. L'autrice Rita D'Amico è ricercatrice presso l'Istituto di Psicologia del Cnr di Roma. Tra i suoi libri "Sensi di colpa" (con C. Castelfranchi e I. Poggi, Giunti, 1994) e "Sguardi differenti. Prospettive sociologiche e psicologiche della soggettività femminile" (con F. Bimbi, Angeli, 1998).

 

 

Koplewicz Harold S.

Non è colpa di nessuno

L. 28.000, 323 p., 2001
Editore Longanesi - Collana Il Cammeo. Uomo, cervello, ambiente

"Con l'espressione disturbo mentale di cui nessuno ha colpa intendo disturbi quali il deficit d'attenzione e l'iperattività, l'ansia da separazione, la depressione e altri disturbi che non dipendono dal comportamento dei genitori, ma dal modo in cui funziona il cervello del bambino". Attraverso la presentazione di numerosi casi Koplewicz dà preziosi consigli per superare il senso di colpa dei genitori e i pregiudizi delle persone che li circondano. Il volume, basato sulla sua esperienza di medico, ma anche di genitore, unisce alla semplicità di stile una trattazione completa a livello farmacologico.

 

Carotenuto Aldo

L'anima delle donne

L. 32000, 300 p., 2001
Studi Bompiani - Bompiani

L'universo femminile è qualcosa di più di una delle diverse possibilità dell'esistenza, ne costituisce il presupposto. Se oggi espressioni come "condizione femminile", "lotta per la parità fra i sessi" e "discriminazione sessuale" vengono definite obsolete dai fanatici della modernità, parimenti sollecitano l'interesse di quanti si interrogano in maniera attiva sul significato di ciò che li circonda. Perché il femminile ha avuto un destino completamente diverso - e senza dubbio più sofferto - rispetto a quello dell'uomo? E, soprattutto, perché la donna si è sempre trovata in una condizione subalterna rispetto all'uomo?

 

Donald H. McBurney

Metodologia della ricerca in psicologia

Editrice Il Mulino - Strumenti
pp. 376, L. 42.000 (euro 21,69) - ISBN-88-15-08191-7

Questo volume costituisce un'introduzione chiara e stimolante alla metodologia utilizzata nella ricerca in psicologia e offre a studenti ed operatori la possibilità di impadronirsi dei concetti fondamentali e dei più importanti strumenti d'indagine utilizzati in questo campo. Dopo aver descritto caratteristiche e scopi dell'approccio scientifico alla psicologia, l'autore passa all'analisi della relazione fra teoria, ipotesi ed esperimento, e quindi alla descrizione delle fasi di applicazione di ciascun metodo di ricerca e dei possibili controlli per garantire, all'interno di ogni procedura, la massima validità dei risultati, dentro e fuori del laboratorio. Particolare attenzione è dedicata al tema dell'etica della ricerca, che in questa edizione è trattato con riferimenti precisi alla regolamentazione in ambito italiano.

 

 

Ehrhardt Ute

Donne cattivissime

L. 26000, 250 p., 2001
Saggi - Corbaccio, ISBN: 88-7972-473-8

Anche se il processo di emancipazione femminile è cominciato molto tempo fa le donne si trovano spesso prigioniere delle contraddizioni legate al loro ruolo. E' necessaria una grande forza interiore per trovare un punto di equilibrio tra le proprie aspirazioni e le aspettative della società. Troppo a lungo rimaste nell'ombra, le donne sapranno riconoscere i propri punti di forza e potranno conquistare posizioni di autonomia e di potere, fino ad oggi prerogative solo degli uomini.

 

Glass Lillian

Come eliminare i rompiballe e vivere felici

L. 16000, 302 p., 2001
Sperling Paperback, ISBN: 88-8274-295-4

Esistono davvero così tanti "rompiballe"? Lillian Glass crede di sì e nel suo libro dà ampio spazio alla sua teoria: il mondo è pieno di persone nocive. In queste pagine traccia una mappa degli individui che danneggiano gli altri con i loro comportamenti negativi, la maggior parte dei quali ruota intorno alla gelosia e all'invidia. Una raccolta di storie vere di pazienti che raccontano i rapporti contrastati con un prossimo nocivo e diventano esperienza da condividere con il lettore.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

News Letters

0
condivisioni