Pubblicità

Disforia

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 5056 volte

1 1 1 1 1 1 Votazione 1.00 (1 Voto)

Il termine viene utilizzato in psichiatria per indicare un'alterazione dell'umore in senso depressivo, caratterizzato da sentimenti spiacevoli, quali tristezza, inquietudine, sensazioni di frustrazione e pessimismo, tensione e irritabilità.

disforia

Porta il soggetto anche ad avere la tendenza a reagire in modo esagerato agli stimoli esterni e interni, con scarsa capacità di autocontrollo. In sintesi, si caratterizza come una condizione contraria all’euforia.
Durante la propria vita, tutti possono trovarsi davanti a questa condizione, può manifestarsi in periodi più o meno lunghi. Può manifestarsi in casi di disturbi maggiori e disturbi d'ansia. Si manifesta anche nei soggetti affetti da disturbi di personalità borderline.


La disforia può essere causata sia da una predisposizione genetica sia da fattori culturali, sociali ed economici che causano un forte stress.

Alcune condizioni che possono includere lo stato disforico come sintomo possono essere:

  • Alcolismo;
  • Abuso di farmaci;
  • Anoressie nervosa o bulimia;
  • Depressione maggiore;
  • Disturbo bipolare;
  • Schizofrenia;
  • Epilessia;
  • Menopausa;
  • Disfunzioni sessuali;
  • Disturbo da stress post-traumatico;
  • Sindrome premestruale;
  • Insonnia.

Questo tipo di disforia può essere riscontrata in entrambi i sessi. Poi ci sono altri tipi di disforia più specifici.

Disturbo disforico premestruale:

E' una grave forma di sindrome premestruale, colpisce 3-8% delle donne con mestruazioni e consiste in un "gruppo di sintomi affettivi, comportamentali e somatici" che si ripresentano mensilmente durante la fase luteale (solitamente della durata di 14 giorni, ha inizio con l'ovulazione e termina con la mestruazione) del ciclo mestruale. (2)

Disforia di genere:

“mi sento donna ma sono uomo per nascita” o viceversa. Si fa riferimento all’insoddisfazione o sensazione di disagio nei confronti del proprio sesso biologico. Può manifestarsi in ogni fascia di età, nei bambini, negli adolescenti e negli adulti.

Pubblicità

CURA

Naturalmente gli interventi terpeutici variano a seconda del disturbo e della sua gravità. Innanzitutto bisogna sottoporsi a esami sia a livello fisico sia a livello psicologico e su quest'ultimo piano è opportuno, attraverso un ideoneo percorso valutativo, seguire una diagnosi in grado di sottolineare e evidenziare la struttura della personalità dell'individuo, sia riguardante le proprie problematiche sia le proprie risorse e capacità. Così facendo si può realizzare un buon intervento terapeutico che riesce ad aiutare l'individuo. Non esiste un metodo migliore di un altro, essendo la scelta dell’approccio assolutamente personale.
Infine, tra le varie opzioni, è possibile anche intraprendere un percorso farmacologico, con sostegno del proprio terapeuta.

 

Per approfondimenti

  • wikipedia.org
  • tantasalute.it
  • Rapkin Andrea J. & Lewis Erin I., Treatment of Premenstrual Dysphoric Disorder, in Women's Health, vol. 9, nº 6, 2013, pp. 537–56

 

 

(a cura del Dottor Andrea di Maio)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: disforia dizionario di psicologia le parole della psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Fisting

Il fisting è una pratica sessuale, è l'atto di inserire l'intera mano o anche di due mani contemporaneamente, dentro la vagina o il retto Naturalmente richiede una certa predisposizione fisica o una...

Le parole della Psicologia

Dacrifilia

È una pratica sessuale, fa parte delle parafilie, e consiste nel provare piacere sessuale nel vedere un soggetto piangere.  L'attrazione sessuale scaturisce proprio dalla produzione di lacrime...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

News Letters

0
condivisioni