Pubblicità

Depressione (23535)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 3370 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giulia 22

Gentile dottore ho tanto bisogno del suo aiuto..non mi sembra piu´di vivere! Sono cinque mesi che dormo male di notte, perdo tantissimi capelli, la mia poca stima e´ svanita nel nulla..Mi manca l´affetto di una persona, di un animale, di qualcuno che mi voglia un minimo di bene!Il mio mondo e´cosí lontano..ho solo 22 anni ma tutti mi dicono che ragiono come una di 40 e cosí mi ritrovo sempre sola, abbandonata da tutti e soprattutto sconsiderata!

Mia mamma mi vuole bene ma non riesce a trasmetterlo..invece mio papa´non mi ha mai cercato e a me manca tanto la figura paterna piu´di qualsiasi altra. Lo ho cercata in uomini piu´grandi che pero´mi hanno sempre usato, solo usato...e io mi sono sempre illusa di aver trovato dell´affetto vero!

A volte il bisogno di mio papa´(che mi ha respinto fin dalla nascita) diventa meno impellente e cosi´ riesco a studiare, a fare una vita normale..ma a volte e´cosi´struggente da farmi urlare per il dolore!

Ma e´possibile che a quest´eta´io non lo possa dimenticare e fare una vita normale? Perche´voglio l´amore di una persona che non conosco, che non mi conosce e non mi vuole?

La prego dedichi un attimo del suo prezioso tempo al mio problema..io non vivo piu´

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Gentile Giulia, anche se ti può sembrare assurdo, non è assurdo volere l'amore di una persona che non conosci e che non ti vuole, perchè questa persona è tuo padre. E' proprio questo rifiuto, questo sentirti mai accettata che può generare dentro di te questo dolore, tanto forte da farti urlare per il dolore.

Forse è proprio perchè hai 22 anni che puoi vivere tutto questo: quando eri più piccola probabilmente questo non potevi farlo, perchè eri ancora troppo fragile per vivere una cosa così grande.

Riguardo tuo padre, bisognerebbe capire la sua storia, quello che è successo tra lui e tua madre, quello che è successo a lui con i suoi genitori. Questa è la storia della tua famiglia. Puoi chiedere a tua madre, per cercare di capire. O puoi chiedere aiuto ad un esperto, questo puoi deciderlo tu.

(risponde il dott. Luca Saita)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: depressione padre

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Frigidità

Con il termine frigidità si fa riferimento ad una bassa libido, o assenza di desiderio sessuale nelle donne, caratterizzata da una carenza o incapacità permanen...

News Letters

0
condivisioni