Pubblicità

Disturbi alimentari (001936)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 323 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marta, 18 anni

Salve! Mi chiamo marta e ho 18 anni, compiuti non da molto. Ogni giorno, guardandomi allo specchio, rifletto sulla mia immagine... e ogni giorno mi sento sempre più male. Sono alta 1.75 e peso circa (con continui alti e bassi) 75kg ed è da quando avevo circa dodici anni che mi trovo a disagio con il mio fisico e di conseguenza con la gente che mi sta intorno... ma sento che è qualcosa di più che una "semplice" questione di peso! Adesso come adesso sono costantemente in dieta, anche se con scarsi risultati... ci sono periodi in cui mi sento nauseata dallo stesso mangiare e altri (solitamente periodi di forte stress) che mi portano ad abbuffarmi con due soli risultati:
1)l'annullamento di tutti i miei sforzi di dieta;
2) un fortissimo senso di colpa tutte le volte che questo succede, a causa del quale sento un forte desiderio di autodistruzione (sono arrivata persino a cercare di causarmi il vomito da sola). Tutto ciò mi causa enormi problemi, perchè mi sento una fallita! Cosa posso fare? La ringrazio in anticipo.

Cara Marta, questo tuo problema alimentare, apparentemente irrisolvibile, sembrerebbe dovuto al fatto che tu abbia dei problemi ad accettare il tuo corpo, e quindi fai di tutto per migliorarlo, ma senza risultati apprezzabili.
In realtà, lo affermo in base alla mia esperienza, che tutto ciò potrebbe essere uno spostamento di un altro problema, molto più profondo, e che tu inconsciamente, per evitare un sovraccarico di emozioni non osi affrontare. Ma è solo una ipotesi, però mi farebbe piacere se tu ci pensassi un momentino. Un caloroso saluto.

( risponde il dott. Vincenzo Di Marco )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia/adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino "adfectus", da "adficere", cioè "ad" e "facere", che significano "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega u...

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

News Letters

0
condivisioni