Pubblicità

Disturbi alimentari (001936)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 305 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marta, 18 anni

Salve! Mi chiamo marta e ho 18 anni, compiuti non da molto. Ogni giorno, guardandomi allo specchio, rifletto sulla mia immagine... e ogni giorno mi sento sempre più male. Sono alta 1.75 e peso circa (con continui alti e bassi) 75kg ed è da quando avevo circa dodici anni che mi trovo a disagio con il mio fisico e di conseguenza con la gente che mi sta intorno... ma sento che è qualcosa di più che una "semplice" questione di peso! Adesso come adesso sono costantemente in dieta, anche se con scarsi risultati... ci sono periodi in cui mi sento nauseata dallo stesso mangiare e altri (solitamente periodi di forte stress) che mi portano ad abbuffarmi con due soli risultati:
1)l'annullamento di tutti i miei sforzi di dieta;
2) un fortissimo senso di colpa tutte le volte che questo succede, a causa del quale sento un forte desiderio di autodistruzione (sono arrivata persino a cercare di causarmi il vomito da sola). Tutto ciò mi causa enormi problemi, perchè mi sento una fallita! Cosa posso fare? La ringrazio in anticipo.

Cara Marta, questo tuo problema alimentare, apparentemente irrisolvibile, sembrerebbe dovuto al fatto che tu abbia dei problemi ad accettare il tuo corpo, e quindi fai di tutto per migliorarlo, ma senza risultati apprezzabili.
In realtà, lo affermo in base alla mia esperienza, che tutto ciò potrebbe essere uno spostamento di un altro problema, molto più profondo, e che tu inconsciamente, per evitare un sovraccarico di emozioni non osi affrontare. Ma è solo una ipotesi, però mi farebbe piacere se tu ci pensassi un momentino. Un caloroso saluto.

( risponde il dott. Vincenzo Di Marco )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia/adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters

0
condivisioni