Pubblicità

tra famiglia e amore

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 414 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alice, 20

Gentile dottoressa,
è la prima volta che scrivo in siti di questo genere, ma ho bisogno di aiuto e vorrei raccontare la mia storia.
Fino a qualche mese fa era tutto perfetto (diciamo), ma poi è successa una cosa che ha sconvolto tutto, o almeno ha avuto questo effetto nella mia testa....
Da sempre ho avuto buoni rapporti con tutti i componenti della mia famiglia, ma arriviamo al dunque... ho 2 cugini di primo grado di 15 anni , quindi 5 anni più piccoli di me. Data la differenza d'età non ho mai approfondito il rapporto con loro, diciamo piuttosto che avevamo un tranquillissimo rapporto tra cugini. Quest'estate qualcosa è cambiato, con uno dei due il rapporto si è rafforzato dato che è entrato a far parte della mia cerchia di amici ed ho scoperto anche che è molto simpatico. Scherzando scherzando siamo diventati davvero amici, infatti in pochi mesi ha conosciuto tutte cose di me e della mia vita. Gli voglio molto bene....
Con il passare del tempo ho notato delle sue attenzioni particolari nei miei confronti, ma inizialmente credevo fosse solo impressione mia, ma poi ho capito che mi sbagliavo.
Nel mese di Agosto è capitato di dormire a casa mia (per una settimana) con mia sorella e altri amici, io e lui dormivamo nello stesso letto, ma era tutto molto tranquillo infatti per tutta la settimana non è successo assolutamente nulla.
Qualche giorno dopo faccio il compleanno e dormiamo nuovamente a casa mia e (non so se a causa della troppa birra in circolo ) mentre dormivo, mi ha baciata. Mi sono sentita strana, è mio cugino e sono anche un bel po di anni più grande di lui.
Ma non finisce qui, giustamente dopo il bacio mi sono svegliata e li, non so cos'è successo, anche se timidamente, ho ricambiato il bacio. Mi è piaciuto, ma come ho già detto è stato molto strano.
Ci promettiamo che non deve più succedere, e così è stato fino a qualche settimana fa... Una notte decidiamo di vedere (sempre insieme ad amici) un film a casa mia e poi solo io , lui e una ragazza saremmo rimasti a dormire da me. Guardiamo i film e fin li nulla di strano, appena terminiamo il film la ragazza che doveva restare con noi decide di tornare a dormire a casa, così restiamo solo io e lui. Questa volta posso assicurare che non c'era nessun tipo di alcool in circolo e mentre scherzavamo facendoci il solletico mi ha baciata,mi ha baciata, mi ha baciata e ribaciata e io ho ricambiato.... alla fine presi dalla situazione abbiamo fatto l'amore (per me era questo). è stato stranissimo, ma bellissimo, un mix di emozioni contrastanti , il doversi fermare ma il voler continuare, piu di una volta nel frattempo ci abbiamo ripensato ma la passione era troppa...solo il suo respiro mi faceva impazzire, non so cosa mi sia successo.
MA RIPETO, NON FINISCE QUI... decidiamo nuovamente che è stato un GROSSO sbaglio e che non deve più succedere.
Sabato notte ci ritroviamo a dormire a casa mia, ma quesa volta in compagnia e la nottata stava procedendo tranquilla, ma da un secondo all'altro l'ho trovato ad un centimetro dalla mia faccia e ci siamo nuovamente baciati. La voglia di rifarlo era tanta, ma ci siamo controllati infatti ci siamo limitati a baciarci e basta. Questa volta però è stato tutto molto più tranquillo, le altre volte l'imbarazzo era tutto il tempo presente, questa volta invece scherzavamo pure, ci baciavamo in maniera diversa.
Oggi pomeriggio ci siamo visti e mentre scherzavamo lui mi ha baciata, io ho ricambiato, è andata avanti tutto il pomeriggio, ci siamo abbracciati, coccolati, ci siamo tenuti per mano e abbiamo scherzato come se non fossimo cugini. Mi piace, mi piace tantissimo, ma so che è sbagliato, sbagliatissimo .
Ho parlato con lui di tutti i miei pensieri, gli ho detto che non può andare avanti così e che siamo cugini e non dobbiamo più fare una cosa del genere, ho chiesto quali fossero le motivazioni di tutto cio.. La prima volta che mi ha baciata ha risposto che lo aveva fatto per "passarsi il tempo", ma quando abbiamo fatto l'amore e abbiamo parlato seriamente, faccia a faccia, alla domanda perchè lui ha risposto che gli andava di farlo, che gli piacevo e quando gli ho chiesto "allora perchè mi hai detto che era un passa tempo?" lui ha detto che lo aveva fatto appositamente per farmi credere che fosse così perchè riconosce il fatto che siamo cugini e che per quanto poteva provare qualcosa per me non poteva farmelo notare..... ma poi ha continuato dicendo: " ora però ti dico che se provi qualcosa verso qualcuno non puoi nasconderlo, puoi sforzarti, ma non puoi ne nasconderlo ne eliminarlo".
Io so solo che qualcosa l'ho provata, e l'ho provata davvero, con lui sto molto bene, benissimo. Quando siamo fuori, con gli amici , giustamente non diamo nulla a vedere, ma spesso ci abbracciamo e ci guardiamo e ogni volta che i nostri occhi si incontrano mi sciolgo perchè so che ogni sguardo racchiude miliardi di cose che vorremmo dirci.
Mi sembra molto come le mie vecchie storie da 15enne, ma mi piace un sacco.
Ora sono davvero confusa, mi piace, ma ci sono troppe cose che ci vengono contro. Vorrei un aiuto, un sostegno e dei consigli, ma non posso parlarne con nessuno oltre e che con lui e questa è una cosa che mi uccide dentro.... per questo vi chiedo aiuto.
Grazie mille in anticipo e chiedo scusa per la lunga storia, ma ho davvero bisogno di parlare con qualcuno che sappia consigliarmi.

 



Cara Alice,
mi rendo conto della sua incertezza visti i pensieri contrastanti.
Andiamo per ordine.
E' naturale che quando c'è una grande complicità e affetto possa scattare un desiderio che va oltre l'amore platonico. Lei e suo cugino avete una buona intesa, nata come grande amicizia, che si sta rivelando altro nel suo cuore.
Il mio compito è però di analizzare ogni aspetto di questa situazione e di aiutarla a valutare attentamente quello che sta accadendo. L'intesa e la passione che c'è tra voi è tangibile. Potrebbe essere dettata (oltre che per una naturale attrazione di due persone che si piacciono) dal fatto che si tratta di una circostanza trasgressiva e segreta. Non sono così infrequentri gli incontri sessuali tra cugini, vuoi per una voglia di sperimentare il sesso (cosa che potrebbe essere per suo cugino che è davvero molto giovane) vuoi per le sensazioni di complicità e familiarità che lo caratterizzano.
Avete provato entrambi piacere dai vostri baci e nell'aver fatto l'amore, ma potrebbe continuare a lungo così? Con il passare del tempo credete che sia possbile instaurare una relazione?
Ultimo aspetto su cui la pregherei d riflettere è la vostra differenza d'età. Lei ha 20 anni ed è una giovane donna, lui soltanto un ragazzo appena adolescente (quindi minorenne).
Da quel che leggo entrambi siete consapevoli che sia un legame "pericoloso". Se intendete mettervi fine, evitate per un primo periodo di creare situazioni in cui possiate rimanere soli o dove la passione possa prendere il sopravvento sulla ragione.
Mi spiace responsabilizzarla, ma spetta sopratutto a lei, Alice, prendere una decisione e agire di conseguenza.
Potrebbe essere stata un'esperienza eccitante e bella ma difficilmente potrà approdare in qualcosa di ragionevole e duraturo. Cordialmente,
Dott.ssa Filomena Dongiovanni 


(Risponde la Dott.ssa Filomena Dongiovanni)

 

Pubblicato in data 12/02/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters

0
condivisioni