Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Voglia di bere (012683)

on . Postato in Adolescenza | Letto 125 volte

Elle, 15 anni

Ecco, io vorrei una mano, sono in prima superiore, in una classe dove non conoscevo nessuno.Ormai sono passati dei mesi, ma non riesco a trovare delle amicizie fidate e aprirmi con gli altri non serve.. perciò, sempre più spesso mi capita di cercare di dimostrare a me stessa che non sono una "sfigata" o patetica, cercando emozioni sempre più forti.. come il cercare ragazzi poco raccomandabili, fino in questo periodo, a bere di nascosto.
Aspetto sempre che i miei escano o di isolarmi dai miei amici per andare a prendere una bottiglia al bar. Per ora bevo solo vino e birra, ma succede sempre più spesso che cerco cose più forti e.. non so come uscirne.. l'autostima non serve e il buon umore di qualche amico neanche.. cosa posso fare?

Gentile Elle, l'alcool è una sostanza psicoattiva, cioè ha un effetto sul sistema nervoso. La sua funzione è quella di un anti-depressivo. Ho fatto questa premessa per dirti che la tua voglia di bere, probabilmente è un tuo tentativo di guarirti dalla depressione, usando una sostanza che è sì un anti-depressivo, ma serve anche per stordirti, per NON pensare.
Ecco il rischio che adesso stai affrontando è che in questa situazione che tu hai descritto, tu possa prendere la strada del "bere" per tirarti su da una parte, e dall'altra per non pensare, stordendoti. Ora qui nascono diverse domande, ma una su tutte: è questo un tuo tentativo per attirare attenzione, e di chi? (Mi riferisco "dalla prima paglia allo cercare ragazzi poco raccomandabili")
Ti senti poco capita, e da chi? Tu mi chiedi cosa puoi fare: ecco, io ti dico che quando entri in un "circuito" poi è sempre più difficile uscirne, quindi se vuoi fare del bene a te stessa consulta un esperto, che ti potrà guidare verso altre strade da percorrere per affrontare la tua situazione, aiutandoti così ad "uscire" (come tu dici) da una situzione dalla quale tu "non sai come uscirne". La lettera che hai scritto è molto importante, oltre che a me, indirizzala anche a te stessa, e prenditi in considerazione, davvero. Distinti Saluti.

( risponde il dott. Luca Saita )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia/adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Disfunzioni Sessuali

La classificazione proposta dall’ICD-10 (International Classification of Diseases, Decima Versione) indica, innanzitutto, quattro criteri generali per poter d...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters