Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Alimentazione (131531)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 123 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Birba 33

Sono una ragazza di 33 anni, sono sposata e da 10 mesi sono mamma di una bimba. Dopo il parto avevo paura di non perdere più i chili che avevo acquistato durante la gravidanza. Ma fortunatamente li ho persi tutti e forse anche di più. Il problema è che ho sempre la voglia di mangiare di tutto e a volte, non riuscendo a trattenermi, mi abbuffo su tutto, soprattutto dolci e cioccolata, ma anche su pizze e salatini. Mangio in modo smisurato anche per diverse ore e poi mi impongo dei digiuni assurdi anche oltre le 24 ore. Ora la mia vita è soddisfacente e a volte mi trovo a pormi dei problemi che in fin dei conti non esistono, anche se molte volte mi sento non all'altezza della situazione in ogni campo. So che sbaglio, ma non riesco a fermarmi ad abbuffarmi sul mangiare e trovo ogni scusa per farlo col riusltato alla fine di essere nervosa, con me stessa per averlo fatto, ma riversando questo nervosismo sugli altri rispondendo male o urlando per domande che mi vengono fatte semplicissime. Vorrei smettere, ma la mia volontà questa volta non mi aiuta...ho bisogno di aiuto da uno psicologo?

Cara Birba, purtroppo come hai visto le abbuffate ed i successivi momenti restrittivi sfuggono al controllo e, solo chi ha provato questa sensazione (o chi ci lavora!) capirà completamente di cosa sto parlando. Ti consiglio di farti aiutare almeno in un primo momento sulla gestione dell’alimentazione e vedrai che semplicemente questo potrà avere un effetto positivo sulla tua autostima e sulla sensazione di padronanza di te. Infatti gestire l’alimentazione anche se in modo sbagliato, si è presentato finora come unico campo nel quale sei all’altezza, anche se non è proprio vero!

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi )

Pubblicato in data 03/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Anoressia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

News Letters

0
condivisioni