Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Alimentazione frenetica (131740)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 129 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Elisa 26

Buonasera, ho 26 anni sono sposata, ho un lavoro che mi piace e che mi soddisfa. Non mi manca niente tranne l'equilibrio nel cibo. In passato ho sofferto di anoressia. Da anni soffro invece di quella che ho sentito indicare come sindrome di alimentazione frenetica. Possono trascorrere settimane in cui non succede nulla e poi per giorni posso mangiare fino veramente a morire, senza controllo e senza motivo. A volte l'ho collegato allo stress, alla tensione, a un rimprovero, ma nel corso del tempo ho capito che non c'è una causa scatenante. Tutto questo mi fa vivere male perchè io sono una salutista, attenta al mio fisico. Quando ciò si scatena mangio cose molto grasse, fino a 30-40 merendine, 2-3 steche di cioccolata e altro, altro, altro, ancora. Non sò più cosa fare, ma ormai credo di avere bisogno di aiuto, da sola non risolvo nulla.

Mi viene difficile credere, Elisa, che effettivamente non ti manchi niente, tranne l’equilibrio nel cibo. Perché quando l’equilibrio nel cibo salta, di solito c’è proprio qualcosa che manca, soprattutto se la mancanza di equilibrio consiste in una modalità di assunzione del cibo frenetica e esagerata. Capisco ovviamente che tu non sia consapevole di quello che il cibo vada a riempire dentro di te, si tratta di “mancanze” o dinamiche inconsce. Per questo è così difficile se non impossibile individuare la causa scatenante di queste “abbuffate”. Ma una causa interiore c’è ed è bene ricercarla, se si vuole risolvere il problema alla base. Se non hai fatto mai un lavoro su te stessa, nemmeno in passato quando la problematica riguardava una modalità di tipo anoressico, credo che sia arrivato il momento buono per approfondire la cosa e iniziare un percorso psicoterapeutico. Perché sicuramente la tua alimentazione frenetica di oggi è collegata al problema di allora, che evidentemente non è stato del tutto risolto. Hai un’occasione per farlo ora, non te la lasciare scappare.

(risponde la Dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicato in data 18/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Anoressia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

News Letters

0
condivisioni