Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Anoressia (112074)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 78 volte

Alice 31

Da circa cinque mesi ho maniacalmente deciso di alimentarmi in modo molto controllato. Ho abbastanza appetito, ma mangio solo determinati alimenti: frutta e verdura, minestroni, bresaola, formaggio light e carne bianca. Ho cercato di eliminare i grassi, gli zuccheri, niente pane nè pasta e niente dolci, se non biscotti dietetici. Se qualche volta faccio uno strappo alla regola mi sento colpevole di non essere riuscita a controllare i miei desideri. Premetto che non ho mai vomitato e non sento il bisogno di farlo, ma ho paura che ci sia qualcosa che non va in me. Tra l'altro sto passando un periodo molto stressante a livello lavorativo e vivo da circa un anno una storia complicatissima con un uomo meraviglioso che, però, non mi da l'amore che vorrei, che si allontana e poi torna. Il problema più grande che ho con lui è che spesso penso di non meritarlo, di non essere all'altezza delle sue aspettative, di non essere in grado di dargli ciò che aveva prima (era fidanzato con una snob figlia di papà, ricca, colta... una molto più simile a lui di quanto lo sia io). Per questo vorrei diventare perfetta anche se la perfezione non esiste, ma posso tentare di avvicinarmi al tipo di donna che tutti desiderano... almeno credo. Così mi sono anche buttata a capofitto nello sport, il mio peso corporeo adesso è di kg.48 per un'altezza di 169 cm. Vorrei precisare, però, che a livello costituzionale sono sempre stata abbastanza magra, non ho mai superato i 55/56 kg. Nonostante tutti dicono che sono diventata invisibile, io non riesco ad accettare il mio peso e vorrei continuare a perdere qualche kg. E' una cosa preoccupante? Devo rivolgermi ad uno specialista prima che la situazione peggiori o è soltanto una reazione dovuta allo stress e magari a questo rapporto d'amore sbagliato? Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

Cara Alice, vorrei invitarti a leggere attentamente la lettera che ci hai scritto, in quanto denota una confusione davvero enorme. Per quanto riguarda il peso corporeo e per una dieta non devi rivolgerti a noi, bensì ad un dietista che potrà indicarti la giusta via da seguire… certo non c’è bisogno di essere degli esperti per capire che sei sottopeso (per questo puoi consultare tu stessa le tabelle di BMI -Body Mass Index-) e che la tua alimentazione è davvero fuori dal tuo controllo, anche se più volte ne rivendichi la piena padronanza. Allo stesso modo s’inquadra la tua storia: lui è meraviglioso, ma assomiglia alla sua ex che tanto meravigliosa non viene descritta… è necessario dunque prendere in mano immediatamente questa situazione a 360°. Ti invito a rivolgerti ad un dietista e ad uno psicologo ad orientamento cognitivo comportamentale per riacquisire una padronanza sulla tua vita che sebbene tu sia convinta di tenere completamente sotto controllo, sembra ti stia scivolando di mano.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 23/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Intelligenze Multiple

“Scrivendo questo libro, mi proposi di minare la nozione comune di intelligenza come capacità o potenziale generale che ogni essere umano possiederebbe in misur...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

News Letters