Pubblicità

Anoressia e Bulimia (061645)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 156 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberta Cermignani 38 anni, 30.01.2003

Soffro di anoressia e bulimia contemporaneamente (di notte, periodicamente, mi abbuffo di ogni cosa che trovo in frigorifero e in cucina).
Mi accade da tre-quattro mesi. Sono sposata con un figlio, e mio marito lavora di notte da circa un anno.
Gradirei ricevere una sua risposta specialistica, e la possibilità di mettermi in contatto per iniziare una terapia appropriata. Grazie. Cordiali saluti.

Cara Roberta, immagino che in questo suo disturbo con il cibo l’assenza notturna di suo marito possa centrare qualcosa, considerando che è praticamente l’unico dettaglio che viene menzionato nella sua mail; altro però mi viene difficile dire, almeno sul suo caso specifico, vista la mancanza di notizie su di lei e la sua malattia.
Le ricordo che i disturbi alimentari hanno una matrice psicologica, dunque dipendono da un disagio interno, da insicurezze, complessi, paure, insoddisfazioni ecc.
Soprattutto con un’origine così tardiva, come sembra essere la sua.
Perciò, senza aspettare troppo direi, si rivolga ad uno psicoterapeuta o ad uno psicanalista per andare a vedere cosa ci sia che non va nella sua vita interiore.
Per un contatto con uno psicoterapeuta, provi a guardare sul sito Psicologi Italiani (trova il link su Psiconline): lì ci sono i nominativi di alcuni specialisti divisi per regioni e città.
Mi auguro che possa trovare quello che fa per lei, altrimenti domandi ad amici e conoscenti nella sua città, oppure può consultare l’elenco degli iscritti all’albo degli psicoterapeuti del luogo in cui vive e provare a scegliere da lì.
Non perda tempo, perché i disturbi alimentari sono come un campanello d’allarme: stanno segnalando un disagio e stanno chiedendo che lei se ne occupi.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. Le complicanze mediche più frequenti, tutt...

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

News Letters

0
condivisioni