Pubblicità

EMDR

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 418 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

L'EMDR è una tecnica UTILIZZATA per il trattamento di diversi tipi di trauma che si basa sulla stimolazione bilaterale.

EMDR

L'EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing, ovvero tecnica di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) si è evoluta da semplice tecnica psicoterapeutica fino a diventare un vero approccio psicoterapeutico integrato con un modello teorico di riferimento, ossia l'Adaptive Information Processing (AIP). Tale approccio riconosce alla base della psicopatologia i sistemi di elaborazione delle informazioni e i ricordi dell'esperienza traumatica.

Il trattamento è diviso in 8 fasi che si concentrano sulle esperienze che hanno portato all'attuale condizione clinica del paziente e su quelle necessarie a condurre il paziente a uno stato di salute psicologica.

Attraverso le 8 fasi viene coperta l'intera gamma di disturbi clinici causati o esacerbati da esperienze negative precedenti.

Introdotto nel 1989 con il nome Eye Movement Desensitization in quanto gli effetti del trattamento erano visti solo in termini di riduzione della paura e dell'ansia derivante dal trauma.

Solo successivamente ci si rese conto che i cambiamenti nella percezione dell'ansia e della paura e, quindi, lo stesso processo di desensibilizzazione, erano il risultato di una rielaborazione completa dell'esperienza dell'individuo.

Procedendo con il trattamento le emozioni negative vengono sotituite con quelle positive, emergono insight più profondi, cambiano le sensazioni corporee e compaiono in modo spontaneo nuovi comportamenti più adattativi e un nuovo senso di sé.

In pratica i traumi vengono trasformati in esperienze di apprendimento che rafforzano la persona trasformandola da vittima e persona forte e sana.

Pubblicità

L'EMD diventa così EMDR, aggiungendo la parola "Reprocessing" ad indicare la rielaborazione, cioè la trasformazione delle esperienze memorizzate, attraverso un processo di apprendimento rapido che è alla base della comprensione e dell'applicazione dell'EMDR e del modello che è alla sua base, l'Adaptive Information Processing.

L'EMDR si basa sull'assunto che l'evento traumatico viene memorizzato dal soggetto congiuntamente a emozioni, cognizioni , percezioni e senzazioni fisiche disturbanti o di allerta.

Queste informazioni "congelate" all'interno delle reti neurali non possono essere elaborate o moderate collegandosi con altre reti neurali e informazioni utili.

Sia che la persona sia consapevole di queste esperienze precoci non elaborate, sia che sia o non sia in grado di riconoscere la somiglianza con la situazione del presente, le emozioni, le cognizioni, le percezioni e le sensazioni fisiche disturbanti dell'individuo immagazzinate in questo modo disfunzionale sono le risposte automatiche agli eventi presenti che guidano il comportamento della persona.

Attivandosi "in blocco" e senza alcun controllo, continuano provocare disagio psicologico fino all'insorgenza di patologie come il Disturbo Post Traumatico da Stress.

L'elaborazione dell'esperienza traumatica tramite EMDR permette al paziente di cambiare prospettiva, valutazioni cognitive su di Sé e associare emozioni adeguate alla situazione eliminando le reazioni fisiche abnormi.

Dal punto di vista del vissuto si percepisce finalmente l'esperienza traumatica come parte del passato, e viene vissuta quindi in modo distaccato, non più disturbante o pregnante dal punto di vista emotivo.

 

BIBLIOGRAFIA:

  •   F. Shapiro, F.W. Kaslow, L. Maxfield. Manuale di EMDR e terapia familiare. Edizioni Ferrari Sinibaldi, 2011.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. L...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni