Pubblicità

Sindrome da Alienazione Parentale (PAS)

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 7052 volte

4.25 1 1 1 1 1 Votazione 4.25 (4 Voti)

Sindrome da Alienazione Parentale PASLa Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verifica una contesa per l’affidamento dei figli tra i genitori.

La sua principale manifestazione è una campagna di denigrazione rivolta contro un genitore, risultante della combinazione di una programmazione (lavaggio del cervello) effettuata dal genitore alienante e del contributo dato dal bambino in proprio.

Quando vi è una presenza reale di abusi o di trascuratezza da parte dei genitori, l’ostilità del bambino può essere giustificata e, di conseguenza, non si può parlare di Pas.

Nella maggior parte dei casi analizzati è risultato essere la madre il genitore alienante che metteva in atto comportamenti, dapprima in maniera cosciente e successivamente a livello preconscio o inconscio, finalizzati a programmare il figlio contro il padre. Gli scopi di questo atteggiamento da parte della madre erano molteplici, ma spesso la motivazione principale era ottenere l’affido esclusivo del figlio o l’ottenimento di maggiori concessioni economiche.
E’ possibile fare una distinzione tra le strategie elaborate per escludere l’altro coniuge:

  • modalità dirette: si realizzano quando il bambino riafferma le opinioni del genitore alienante senza averle veramente interiorizzate;
  • modalità indirette: si realizzano in maniera più sottile, concentrandosi sulle emozioni e sul senso di lealtà del bambino.

Le strategie utilizzate per mettere in atto una PAS sono diverse a seconda del genitore alienante: nel caso in cui la programmazione sia agita dalla madre, questa metterà in atto strategie indirette come la manipolazione psicologica; nel caso si tratti del padre egli preferirà utilizzare strategie dirette.

Pubblicità

Sono state descritte quattro tipi di dinamiche messe in atto dal genitore programmatore:

  • la “sgenitorializzazione” dell’altro genitore;
  • la “meta-comunicazione” per creare doppi legami che confondono il bambino e lo rendono maggiormente vulnerabile;
  • costringere il bambino a prendere parte nelle problematiche dei genitori e premiarlo o punirlo a seconda della risposta data;
  • enfatizzare il proprio ruolo di educatore svalutando quello dell’altro genitore.

La Sindrome da Alienazione Parentale è un tema ancora molto discusso, sia a livello nazionale che internazionale, che trova tra gli studiosi sia molte conferme che molte critiche.

 

Riferimenti bibliografici:

  • Gulotta G., Cavedon A., Liberatore M.,(2008). “La sindrome da alienazione parentale (PAS). Lavaggio del cervello e programmazione dei figli in danno all’altro genitore”Giuffré editore.
  • Parrini A.,(2008). “Separazioni distruttive tra conflittualità e alienazione. Aspetti psicologici e giuridici.”  ediz. Psiconline.

 

 

(Dott.ssa Susanna Mariagrazia)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: Sindrome da Alienazione Parentale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Arpaxofilia

L'arpaxofilia è una parafilia, riguarda l'eccitazione sessuale che si prova nell’essere derubati, quindi quando ci si trova in una situazione di pericolo. Vist...

Insight

L’insight, a livello letterale, ha come significato vedere dentro. Nel linguaggio psicologico italiano i termini  che  più si avvicinano sono: intuizi...

News Letters

0
condivisioni