Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (129215)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 181 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Patty 21

Ho bisogno di sapere come controllare questa mia ossessione malata per il cibo e il peso. Mi abbuffo in segreto di tutto ciò che mi circonda senza fare distinzioni fra dolce o salato, mangio senza fermarmi mai quantità spropositate di cibo, riuscendo a malapena a masticare, fino a scoppiare. Poi vomito. Questo accade anche più volte al giorno. Ci sono momenti in cui penso solo al cibo, non vedo l'ora di tornare a casa per abbuffarmi anche se ciò può voler dire rubare del cibo ai miei coinquilini perchè il mio frigo è già vuoto. Esco appositamente di casa per comprarmi schifezze, abbuffarmi e poi vomitare. Ormai non so più come gestire questa cosa. Vomito da quando ho 15 anni, ma nell'ultimo periodo si è profondamente accentuato.Sono perennemente insicura del mio aspetto fisico (nonostante oggettivamente io sia discretamente carina) e da che io mi ricordi è sempre stato cosi. Alle spalle ho una famiglia del tutto normale che non mi fa mancare niente,anche se i miei genitori sono molto esigenti e io avverto molto il peso delle loro considerazioni e ho sempre paura di deluderli.Vorrei anche solo un consiglio su come riuscire a fermare questa cosa che, mi rendo conto, di fatto mi sta rovinando. Grazie.

Cara Patty, il problema è che tu ora non sei in grado di controllare, anzi, il problema è proprio di controllo!! Ti consiglio vivamente di rivolgerti ad uno specialista in carne ed ossa perché hai bisogno che qualcuno assuma il controllo per te…devi lasciarti andare completamente e devi anche imparare che il tuo corpo ed il tuo aspetto, per quanto importanti…non possono governare completamente la tua vita interiore. Sei abbastanza giovane da poter accedere ai consultori giovanili, fatti consigliare un professionista, magari una persona giovane che si occupa di questo genere di disturbi! A presto!

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 15/12/08
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

News Letters

0
condivisioni