Pubblicità

Obestità (131744)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 148 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lidia 44

Salve, non credo di essere bulimica o anoressica però credo che i miei disturbi siano alimentari perchè sono anni che provo a perdere peso inizio diete e poi non riesco mai a completarle. Mi trovo a questo punto della mia vita con un disturbo che m'impedisce e mi ha sempre impedito di condurre una vita normale. Vorrei andare a fondo e capire se ci sono dei disturbi psicolocici correlati al cibo. So che magari detto così non è esaustivo e che non si può fare una diagnosi, per questo vi prego di rispondere alla mia e-mail e provare ad indirizzarmi voi per il cammino che dovrei seguire per riuscire a seguire un regime alimentare che mi porti a perdere peso e finalmente aavere una vita normale. Cordiali saluti.

Lidia, a meno che non ci siano disfunzioni di tipo organico, qualsiasi tipo di disturbo alimentare è in realtà un disturbo psicologico. Non è tanto importante capire di che tipo di disturbo si tratti, per questo può cercare comunque su internet o sui libri, quanto capire che cosa il cibo sostituisca. Il problema insomma, non è solitamente nel cibo, nell’avere un cattivo rapporto col cibo, ma è nel rapporto che si ha con se stessi. Le diete non possono servire, se non si ha intenzione di migliorarsi o di farsi del bene. Dunque bisognerebbe fare un lavoro su se stessi, prendere contatto con le proprie emozioni e i propri conflitti, verificare quale sia l’idea che abbiamo di noi stessi e del nostro ideale, domandarsi quali siano le nostre paure, prendere contatto col vuoto che ci abita; isomma, bisogna indagare sulle proprie dinamiche interiori e risolvere ciò che ci rende insoddisfatti, prima ancora di intervenire direttamente sulla regolazione della quantità di cibo. Esso come la sessualità, in altri casi, rappresenta una facile “valvola di sfogo” di problematiche più profonde. Non è la causa ma un effetto. Per seguire un cammino fruttuoso, è importante intervenire sulle cause prima ancora che sugli effetti.

(risponde la Dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicato in data 18/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Anoressia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

News Letters

0
condivisioni