Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Immaturità o patologia? (127323)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gio 48

Salve, sono una donna separata e con 2 figlie adolescenti. Da 2 anni ho un rapporto sentimentale con un uomo di 10 anni più giovane di me. E'un rapporto molto intenso dal punto di vista sentimentale e sessuale. Siamo anche colleghi di lavoro. Ora se si capisce che nell'ambiente di lavoro cerchiamo di mantenere il più stretto riserbo sulla nostra relazione, non capisco perchè lui non mi inserisca nel circuito delle sue amicizie o della sua famiglia. Lui vive con i suoi genitori, è laureato e ricopre un ruolo importante nella azienda; non è mai stato sposato. Più volte gli ho chiesto se prova disagio nel rapporto con una donna più grande e con un vissuto molto diverso dal suo ma mi ha sempre risposto che non è così, eccezione fatta per i suoi genitori. Non ha il coraggio di affrontarli e comunicare l'esistenza di questo rapporto, anzi, con loro, finge proprio di non avere alcun legame sentimentale. Premetto che ha anche un suo appartamento, libero e a disposizione; talvolta dice che vorrebbe andarci ad abitare ma lasciare il suo nucleo familiare lo fa star male al solo pensiero. Nei nostri momenti di intimità gli piace farmi raccontare dei miei particolari con i miei partner precedenti; lo eccita molto,come lo eccita che mi inventi delle fantasie erotiche verso altri uomini. Ora si è aggiunta una "passione" verso dei siti internet di tipo chat/sociali (vedi facebook) per il quale ha una attrazione che definisco "compulsiva" nel senso che appena ha un attimo libero ci si collega. La domanda finale è: è un problema di maturità o ci sono gli estremi per aspetti "patologici"?

 Cara Gio, personalmente, percentualmente parlando poichè l'eccezione conferma la regola, e dalla mia esperienza professionale, non ho mai creduto nelle coppie dove l'uomo è molto più giovane poichè i quesiti che si affacciano sono molteplici. Dall'esposizione fatta pare più che si tratti di un Peter Pan che non vuol tagliare il suo cordone ombelicale con la propria famiglia e che questa storia gli serve solo per un evasione non a caso non vuol renderla pubblica. Le sue fantasie erotiche si avvicinano a parafilie non altrimenti specificate, che un po' tutti le. Il consiglio che posso darti è quello di consultare sia individualmente che come coppia uno psicologo psicoterapeuta che possa far emergere la vera motivazione della vostra clandestina convivenza. Auguri

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 28/10/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

News Letters

0
condivisioni