Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Psicologia sessuale maschile (018201)

on . Postato in Sessualità | Letto 3 volte

Mariella, 29 anni

Il mio ragazzo, 31 anni, é laureato, vive da solo, ha un lavoro che lo soddisfa e per cui é stimato, molti amici e la nostra storia che dura da 4 anni va molto bene. Il problema: Ha un rapporto col suo pene che a mio avviso non é normale, poiché quando é a casa lo tocca continuamente. Che guardi la tv, parli al telefono o legga un libro automaticamente la mano libera é lí a massaggiarselo. Lo fa inconsciamente. Benché glielo faccia notare lui continua, non riscontrando alcun problema in questo suo comportamento e rispondendomi: "Sei invidiosa?". Aggiungo che nella sua sfera personale piú intima non permette a nessuno di entrare. Io gli dico che per me si porta dietro qualche problema risalente alla sua infanzia... Aiutatemi voi. Grazie.

Cara Mariella da quanto riferisce mi sento di ipotizzare che la compulsione del suo ragazzo non è una pratica messa in atto per ottenere piacere sessuale ma è, piuttosto, un modo per prendersi cura di se. La sua ipotesi che l'infanzia abbia rilevanza in questa sua modalità di comportamento e nel riserbo manifestato per determinati aspetti della sua vita non è da buttare via. L'imbarazzo che questo comportamento le provoca è del tutto comprensibile ma ostinarsi a farlo smettere non è impresa facile, è come tentare di far smettere ad un bambino l'attività di succhiarsi il dito, lo farà soltanto quando avrà superato le sue paure interne. Provi ad essere più affettuosa e prodiga di coccole chissà che non serva a distoglierlo dall'attività auto-consolatoria. Volendo può chiedergli di invertire i ruoli invitandolo per un attimo ad immaginare come si sentirebbe lui nel vederla massaggiarsi la vulva durante le varie attività della giornata e se il gioco di ruolo non basta passi ai fatti, la pratica può essere più efficace di mille parole. Auguri

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo...

News Letters