Pubblicità

Psicologia sessuale maschile (018201)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 21 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mariella, 29 anni

Il mio ragazzo, 31 anni, é laureato, vive da solo, ha un lavoro che lo soddisfa e per cui é stimato, molti amici e la nostra storia che dura da 4 anni va molto bene. Il problema: Ha un rapporto col suo pene che a mio avviso non é normale, poiché quando é a casa lo tocca continuamente. Che guardi la tv, parli al telefono o legga un libro automaticamente la mano libera é lí a massaggiarselo. Lo fa inconsciamente. Benché glielo faccia notare lui continua, non riscontrando alcun problema in questo suo comportamento e rispondendomi: "Sei invidiosa?". Aggiungo che nella sua sfera personale piú intima non permette a nessuno di entrare. Io gli dico che per me si porta dietro qualche problema risalente alla sua infanzia... Aiutatemi voi. Grazie.

Cara Mariella da quanto riferisce mi sento di ipotizzare che la compulsione del suo ragazzo non è una pratica messa in atto per ottenere piacere sessuale ma è, piuttosto, un modo per prendersi cura di se. La sua ipotesi che l'infanzia abbia rilevanza in questa sua modalità di comportamento e nel riserbo manifestato per determinati aspetti della sua vita non è da buttare via. L'imbarazzo che questo comportamento le provoca è del tutto comprensibile ma ostinarsi a farlo smettere non è impresa facile, è come tentare di far smettere ad un bambino l'attività di succhiarsi il dito, lo farà soltanto quando avrà superato le sue paure interne. Provi ad essere più affettuosa e prodiga di coccole chissà che non serva a distoglierlo dall'attività auto-consolatoria. Volendo può chiedergli di invertire i ruoli invitandolo per un attimo ad immaginare come si sentirebbe lui nel vederla massaggiarsi la vulva durante le varie attività della giornata e se il gioco di ruolo non basta passi ai fatti, la pratica può essere più efficace di mille parole. Auguri

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa paura repres...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

News Letters

0
condivisioni