Pubblicità

Psicologia sessuale maschile (018201)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 298 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mariella, 29 anni

Il mio ragazzo, 31 anni, é laureato, vive da solo, ha un lavoro che lo soddisfa e per cui é stimato, molti amici e la nostra storia che dura da 4 anni va molto bene. Il problema: Ha un rapporto col suo pene che a mio avviso non é normale, poiché quando é a casa lo tocca continuamente. Che guardi la tv, parli al telefono o legga un libro automaticamente la mano libera é lí a massaggiarselo. Lo fa inconsciamente. Benché glielo faccia notare lui continua, non riscontrando alcun problema in questo suo comportamento e rispondendomi: "Sei invidiosa?". Aggiungo che nella sua sfera personale piú intima non permette a nessuno di entrare. Io gli dico che per me si porta dietro qualche problema risalente alla sua infanzia... Aiutatemi voi. Grazie.

Cara Mariella da quanto riferisce mi sento di ipotizzare che la compulsione del suo ragazzo non è una pratica messa in atto per ottenere piacere sessuale ma è, piuttosto, un modo per prendersi cura di se. La sua ipotesi che l'infanzia abbia rilevanza in questa sua modalità di comportamento e nel riserbo manifestato per determinati aspetti della sua vita non è da buttare via. L'imbarazzo che questo comportamento le provoca è del tutto comprensibile ma ostinarsi a farlo smettere non è impresa facile, è come tentare di far smettere ad un bambino l'attività di succhiarsi il dito, lo farà soltanto quando avrà superato le sue paure interne. Provi ad essere più affettuosa e prodiga di coccole chissà che non serva a distoglierlo dall'attività auto-consolatoria. Volendo può chiedergli di invertire i ruoli invitandolo per un attimo ad immaginare come si sentirebbe lui nel vederla massaggiarsi la vulva durante le varie attività della giornata e se il gioco di ruolo non basta passi ai fatti, la pratica può essere più efficace di mille parole. Auguri

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

News Letters

0
condivisioni