Pubblicità

Sessualità (113897)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 60 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dani 34

Buongiorno, ho un quesito da porvi. Fin da quando ero adolescente, ho sempre avuto grande curiosità verso un rapporto con persone del mio stesso sesso (piu per trasgressione che per altro credo). Non ho mai messo in pratica neppure per provare, conducendo in tutti qesti anni una vita sessuale da etero... pur avendo sempre dentro di me intatta la curiosità e provando grande eccitazione ad immaginarmi a letto con un ragazzo. Mi piacerebbe provare, ma, allo stesso tempo, non so se sia il caso... (ho paura, forse, a causa dei pregiudizi e della educazione che condannano questo genere di cose)... Che mi consigliate? Secondo voi qesto pensiero è frutto di un orientamento per lo meno bisessule? Dovrei provare per capire? Oppure sono solo "reiterate fantasie"?

Gentile Dani, le fantasie in genere non danno grosse indicazioni rispetto a ciò che si è veramente, la fantasia è libera, va dove vuole e nella maggior parte dei casi è innocua. Nel tuo caso però mi sembra che si tratti di qualcosa in più di una semplice fantasia. Tu parli di curiosità, alle quali non hai mai dato seguito soltanto perché la tua educazione ti ha inibito in questo senso. Forse si tratta di qualcosa di più di una semplice fantasia. Stranamente, non mi hai scritto nulla sul modo in cui funzionano i tuoi rapporti con le donne, quindi è possibile che tu sia eterosessuale, ma nutra una curiosità nei confronti degli uomini, così come è possibile che tu sia bisessuale. Sarebbe opportuno che intraprendessi un percorso di psicoterapia, se vuoi veramente dare un senso alle tue fantasie. Ma vorrei anche tranquillizzarti, qualunque orientamento sessuale scoprissi di avere, non c’è nulla di anormale. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 02/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Gerusalemme

La Sindrome di Gerusalemme consiste nella manifestazione improvvisa di impulsi religiosi ed espressioni visionarie, da parte di visitatori della città di Gerusa...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

News Letters

0
condivisioni