Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Si può parlare di asessualità? (149830)

on . Postato in Sessualità | Letto 15 volte

Giulia, 20

 

Salve,
vorrei fare chiarezza su un dubbio che mi assilla da qualche anno e al quale non riesco a dare una risposta.
Sono una ragazza di 20 anni... mi ritengo una con la testa sulle spalle, non ho mai avuto particolari problemi relazionali, sono estroversa, mi piace scherzare e frequentare amici... magari ogni tanto ho bisogno di stare anche un pò da sola (sono anche riflessiva), ma questo non significa che non stia bene in mezzo alla gente...anzi!!
Premetto che non ho avuto traumi infantili, sono vissuta in una famiglia quasi "perfetta" piena di nonni, zii e cugini e l'amore dai miei genitori non mi è mai mancato.
Il fatto è che ho 20 anni e non mi sono mai innamorata e non ho mai avuto un ragazzo. Provo desiderio sessuale, ma pur non soddisfandolo in un vero rapporto non ci sto male... e se vedo un ragazzo carino, riconosco che è carino e certe volte mi è sembrato che qualcuno un pò mi piacesse, ma in realtà credo fosse solo attrazione sessuale, non amore, perchè non ho mai provato gelosia e non sono mai stata particolarmente male.
E' come se il "flirtare" come fanno tutte le persone di questo mondo, in me non fosse una cosa naturale e automatica, ma forzata... tanto per fare un paragone un pò esagerato, è come se nella mia mente non fosse stato caricato un programma che tutti hanno.
La prima risposta che tutti mi danno è "si vede che non hai ancora trovato la persona giusta"... e non è sbagliato come concetto... il fatto è che io vorrei andarci sotto... Non vi chiedo di risolvermi il problema, perchè non conoscendomi non avreste i mezzi per farlo, ma di dirmi tutte le cause possibili (non certe) a cui questo può essere dovuto... cause ormonali? Mancanza di qualche sostanza nel corpo? O traumi psicologici di cui non ricordo nulla? Ho sentito parlare dell'asessualità e rabbrividisco al sol pensiero, perchè il mio più grande desiderio è quello di farmi una famiglia con dei figli. Vi chiedo cortesemente un Vostro parere.
Cordiali saluti.

Cara Giulia,
iniziamo a togliere dalla mente tutte le dicerie metropolitane che hai scritto in questo racconto poichè non fanno parte della scienza.
Dal racconto si può intravedere una mancaza di desiderio e questo non è dovuto a nessun tipo di malattia o trauma, ma solo perchè non hai ancora avuto il sentimento dell'amore pronto ad accettare il partner giusto.
Non si può far sesso solo per sentirsi grandi come purtroppo molte tue coetanee fanno, ma la sessualità è una cosa seria, e secondo il mio pensiero laico, deve essere effettuata con la persona amata.
La domanda che posso farti è: ma conosci il tuo corpo? Ti sei mai masturbata? Rispondendo a queste domande qualche quesito lo potrai risolvere, comunque la tua giovane età fa sì che troverai senz'altro un ragazzo di cui ti innamorerai.
Consiglio comunque di consultare uno psicologo psicodinamico per darti la giusta indicazione da seguire.
Auguri.

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 07/02/2012

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters