Pubblicità

Si può parlare di asessualità? (149830)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 82 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giulia, 20

 

Salve,
vorrei fare chiarezza su un dubbio che mi assilla da qualche anno e al quale non riesco a dare una risposta.
Sono una ragazza di 20 anni... mi ritengo una con la testa sulle spalle, non ho mai avuto particolari problemi relazionali, sono estroversa, mi piace scherzare e frequentare amici... magari ogni tanto ho bisogno di stare anche un pò da sola (sono anche riflessiva), ma questo non significa che non stia bene in mezzo alla gente...anzi!!
Premetto che non ho avuto traumi infantili, sono vissuta in una famiglia quasi "perfetta" piena di nonni, zii e cugini e l'amore dai miei genitori non mi è mai mancato.
Il fatto è che ho 20 anni e non mi sono mai innamorata e non ho mai avuto un ragazzo. Provo desiderio sessuale, ma pur non soddisfandolo in un vero rapporto non ci sto male... e se vedo un ragazzo carino, riconosco che è carino e certe volte mi è sembrato che qualcuno un pò mi piacesse, ma in realtà credo fosse solo attrazione sessuale, non amore, perchè non ho mai provato gelosia e non sono mai stata particolarmente male.
E' come se il "flirtare" come fanno tutte le persone di questo mondo, in me non fosse una cosa naturale e automatica, ma forzata... tanto per fare un paragone un pò esagerato, è come se nella mia mente non fosse stato caricato un programma che tutti hanno.
La prima risposta che tutti mi danno è "si vede che non hai ancora trovato la persona giusta"... e non è sbagliato come concetto... il fatto è che io vorrei andarci sotto... Non vi chiedo di risolvermi il problema, perchè non conoscendomi non avreste i mezzi per farlo, ma di dirmi tutte le cause possibili (non certe) a cui questo può essere dovuto... cause ormonali? Mancanza di qualche sostanza nel corpo? O traumi psicologici di cui non ricordo nulla? Ho sentito parlare dell'asessualità e rabbrividisco al sol pensiero, perchè il mio più grande desiderio è quello di farmi una famiglia con dei figli. Vi chiedo cortesemente un Vostro parere.
Cordiali saluti.

Cara Giulia,
iniziamo a togliere dalla mente tutte le dicerie metropolitane che hai scritto in questo racconto poichè non fanno parte della scienza.
Dal racconto si può intravedere una mancaza di desiderio e questo non è dovuto a nessun tipo di malattia o trauma, ma solo perchè non hai ancora avuto il sentimento dell'amore pronto ad accettare il partner giusto.
Non si può far sesso solo per sentirsi grandi come purtroppo molte tue coetanee fanno, ma la sessualità è una cosa seria, e secondo il mio pensiero laico, deve essere effettuata con la persona amata.
La domanda che posso farti è: ma conosci il tuo corpo? Ti sei mai masturbata? Rispondendo a queste domande qualche quesito lo potrai risolvere, comunque la tua giovane età fa sì che troverai senz'altro un ragazzo di cui ti innamorerai.
Consiglio comunque di consultare uno psicologo psicodinamico per darti la giusta indicazione da seguire.
Auguri.

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 07/02/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

News Letters

0
condivisioni