Pubblicità

La ricerca del rimpianto e le possibili motivazioni correlate.

0
condivisioni

on . Postato in Per saperne di più | Letto 311 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Perché le persone vogliono sapere cosa poteva accadere se avessero preso altre decisioni? Questo fenomeno di Curiosità Controfattuale è comunemente osservato, ma poco studiato. In questa ricerca sono state condotte una serie di verifiche per testare la motivazione delle persone che intendono scoprire come sarebbero potute andare le cose, 'ma non è andata così'.

La ricerca del rimpianto e le possibili motivazioni correlatejpg

Dopo aver preso una decisione a volte capita di chiedersi come sarebbero andate le cose se avessimo agito diversamente. Nello studio è stata indagata la curiosità del controfattuale: si parla di situazione c. con riferimento a stati di cose, alternativi rispetto a quelli reali, derivanti da un’ipotesi contraria a un fatto realmente accaduto (Treccani).

Dopo aver preso una decisione, è comune riflettere non solo sul risultato che è stato raggiunto, ma anche su quello che sarebbe potuto accadere. Ad esempio, si potrebbe considerare se andare a una festa sarebbe stato più divertente che restare a casa a lavorare su un manoscritto. Questi confronti controfattuali possono avere conseguenze emotive negative e possono portare all'esperienza del rimpianto. Nel presente studio è stato esaminato un aspetto comunemente osservato ma poco studiato dei confronti controfattuali: l'esca motivazionale delle informazioni controfattuali o curiosità controfattuale.

Nello specifico, è stato scoperto che le persone sono così fortemente sedotte dal conoscere le informazioni controfattuali da essere disposte a sostenere dei costi per le informazioni su quanto avrebbero potuto vincere/ottenere/carpire da una determinata scelta non presa, anche se è probabile che l'informazione scateni emozioni negative (rimpianto) e non sia strumentale per ottenere ricompense di nessun genere.

Le persone spesso contemplano alternative controfattuali alla realtà simulando mentalmente possibili risultati alternativi agli eventi passati. Tuttavia, ci sono anche occasioni in cui queste considerazioni controfattuali possono essere verificate cercando il vero esito di alternative di scelta precedentemente rifiutate. Ad esempio, durante la spesa, dopo aver scelto una fila alla cassa, potremmo trovare irresistibile monitorare l'andamento di un altro acquirente nella fila adiacente. In questo modo, cerchiamo informazioni su cosa sarebbe successo se avessimo fatto una scelta diversa. La ricerca di informazioni sulle alternative controfattuali è stata indagata in campioni composti da adulti.

Nella letteratura sui confronti c., i ricercatori hanno trovato effetti dei confronti in molte aree della cognizione, tra cui il ragionamento, l'apprendimento della ricompensa e il giudizio morale. Tuttavia, nella maggior parte di questi studi, le informazioni perse vengono fornite o immaginate dai partecipanti, quindi non possono affrontare la motivazione sottostante che spinge le persone a cercare informazioni controfattuali.

Perché la gente vuole sapere cosa poteva accadere se? Questo fenomeno di curiosità c. è comunemente osservato, ma poco studiato. In questa ricerca è stata condotta una serie di esperimenti per testare la motivazione delle persone per scoprire come sarebbero potute andare le cose 'ma non è andata così'.

Usando una situazione di gioco simulato, si è scoperto che le persone avrebbero effettivamente sostenuto dei costi per ottenere informazioni su ciò che avrebbero potuto vincere, anche se tali informazioni non avrebbero potuto cambiare i risultati delle scommesse attuali o future.

Questa ricerca mostra che le informazioni su ciò che potrebbe essere stato hanno rilevanza motivazionale: le persone sono motivate semplicemente ad avere le informazioni. La rilevanza motivazionale potrebbe anche aiutare a spiegare il fenomeno della paura di perdere (FOMO).

In una serie di cinque esperimenti che utilizzano diversi costi di ricerca delle informazioni, i partecipanti hanno spesso cercato informazioni su ciò che avrebbero potuto vincere in un compito sequenziale di assunzione dei rischi, nonostante tali informazioni avessero un impatto negativo sul loro umore. Il rammarico segnalato causato dalla ricerca di ulteriori informazioni ha portato i partecipanti a mostrare comportamenti più rischiosi nella prova successiva, nonostante tale adeguamento comportamentale avesse implicazioni minime o addirittura negative sulle prestazioni. I risultati sono stati replicati in uno studio preregistrato su un ampio campione anche quando il potenziale per i partecipanti di percepire l'utilità delle informazioni era notevolmente ridotto, rendendo improbabile che la ricerca delle informazioni in esperimenti precedenti fosse guidata esclusivamente dall'utilità attesa.

Pubblicità

Sembra controintuitivo che le persone vogliano cercare informazioni che inevitabilmente le fanno sentire a disagio. In effetti, esiste una crescente quantità di letteratura che documenta l'elusione di informazioni che potrebbero portare cattive notizie o smentire convinzioni care .Tuttavia, come dimostrano gli studi attuali, ci sono anche situazioni (come dopo episodi di gioco d'azzardo) in cui le persone si mettono a rischio di riduzione dell'umore semplicemente per risolvere l'incertezza. Questo tipo di comportamento di ricerca di informazioni fa anche parte del fenomeno della paura di perdere (FOMO). Ad esempio, dopo aver deciso a quale delle due parti partecipare una sera, potresti essere tentato di cercare informazioni sull'altra parte guardando i social media, anche se ti stai divertendo e c'è qualche possibilità che scoprirai che 'l'altra festa' è stata più divertente.

Una spiegazione per la ricerca di informazioni negative è che le persone possono anche trovare interessante testare le proprie risposte emotive, un meccanismo che potrebbe anche essere alla base della cosiddetta curiosità morbosa. Le informazioni controfattuali possono essere desiderabili perché hanno un'elevata rilevanza personale: si riferiscono a decisioni prese nel recente passato. È noto che il desiderio delle persone di informazioni sulle proprie prestazioni è abbastanza forte da superare i pregiudizi cognitivi come l'avversione alla disuguaglianza. Pertanto, le opportunità di conoscere se stessi e le conseguenze reali e controfattuali delle proprie decisioni possono avere un potente status motivazionale.

La ricerca futura può testare l'importanza della rilevanza personale indagando il sentimento di azione che il partecipante ha sulle decisioni. Le manipolazioni dell'agency hanno potenti effetti sulla valutazione emotiva degli eventi da parte delle persone, quindi è intuitivo che un senso di agency aumenterebbe anche la curiosità sui risultati e sulle alternative perse degli eventi passati. Determinare come tratti della personalità come l'intolleranza all'incertezza e la ricerca di sensazioni si relazionano alla curiosità controfattuale è un altro passo importante per comprendere le differenze individuali nella ricerca di informazioni di questo tipo.

Un limite dello studio attuale è che non è noto se i casi osservati di mancata ricerca di informazioni siano stati guidati dall'evitamento attivo o dall'indifferenza passiva nei confronti delle informazioni.

 

 

 

Riferimento:

  • The appeal of counterfactual curiosity: people incur a cost to experience regret. Lily FitzGibbon, Asuka Komiya , Kou Murayama. doi.org/10.1177/0956797620963615.

 

 

 

 

 

(traduzione e adattamento a cura della dott.ssa Assunta Giuliano)

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

 

Tags: decisioni motivazioni rimpianto controfattuale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Insight

L’insight, a livello letterale, ha come significato vedere dentro. Nel linguaggio psicologico italiano i termini  che  più si avvicinano sono: intuizi...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

News Letters

0
condivisioni