Pubblicità

Solipsismo

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 21089 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (5 Voti)

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisistico.

solipsismo

Il solipsismo è l'atteggiamento per cui un singolo individuo accetta la sua esistenza ma non quella degli altri enti, siano essi uomini o cose.

Così il mondo esterno al soggetto che considera il solipsismo diventa composto di sole idee e fenomeni creati dalla propria ed unica coscienza.

Questo atteggiamento di chi risolve ogni realtà in sé medesimo, sia dal punto di vista pratico (ponendo a metro delle azioni il proprio interesse personale) sia da quello gnoseologico-metafisico (considerando l’universo come semplice rappresentazione della propria particolare coscienza), caratterizza la posizione teorica dell’Ottocento.

Il solipsimo è fondato sulla concezione dell'Io come unico ente a cui è subordinata, a livello conoscitivo e morale, la realtà oggettiva; pertanto, si assume la coscienza empirica ed individuale come fondamento di ogni forma di conoscenza. Solo l’Io individuale e le sue condizioni psichiche esistono davvero: né gli altri né il mondo esteriore hanno realtà.

Pubblicità

Credendo all’idea secondo cui tutto quello che l’individuo percepisce venga creato dalla propria coscienza, di conseguenza tutte le sue azioni sono parte di una morale stabilita dal proprio Io, al di là delle leggi ordinate dal mondo esterno e da altre soggettività.

L'individuo pensante può affermare con certezza solo la propria esistenza poiché tutto quello che percepisce sembra far parte di un mondo fenomenico oggettivo a lui esterno, ma che acquista consistenza ideale solo nel proprio pensiero; l'intero universo è la rappresentazione della propria coscienza.

Dal punto di vista della pratica, per il solipsista ogni azione che si esplica all'esterno va ricondotta all'interesse personale del proprio unico Io, che è il solo a stabilire le leggi morali da rispettare, quelle che provengono direttamente dalla sua interiorità e che, come tali, hanno una validità più spontanea di tutte le regole che gli altri avrebbero stabilito per lui.

 

Per approfondimenti

  •  Dizionario di Psicologia, Ed. Paoline
  • Repubblica.it
  • Corriere.it
  • Enciclopedia Treccani

 

(a cura della Dottoressa Benedetta Marrone)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: corpo coscienza solipsismo solus se stesso attaccamento patologico autistico nascisistico esistenza

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Convinzione occhi storti (1568…

mirko, 31 Dottori perdonate il disturbo. Sono un ragazzo di 31 anni e sono quasi 5 anni che vorrei capire una cosa che mi sta facendo diventare letteralmen...

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters

0
condivisioni