Pubblicità

Amore e problemi col proprio corpo(163194)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 533 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Ambra, 18

 

Gentile Dottoressa,
ieri sera mi è accaduto un episodio che si ripete da troppo tempo col mio ragazzo : lui mi fa notare un mio difetto fisico e io ci resto male,comincio a piangere,ad urlare e rovino intere serate.Ieri in particolar modo,dopo aver finito di fare l'amore,mi guarda e mi fa notare che sono ulteriormente dimagrita e che le mie cosce e il mio sedere sono ancor di più diminuiti di volume rispetto al solito.(cosce e sedere piccolo per lui sono il mio più grande difetto secondo lui).Ovviamente ho avuto la reazione che ho citato su e ho rovinato tutto.Queste situazioni non si ripetono solo con lui,ma con tutti i ragazzi con cui sono stata che mi hanno lasciato proprio in seguito al modo in cui mi comporto quando mi si fa notare qualcosa sul mio aspetto...Ho cercato di parlare col mio ragazzo del mio disagio,del fatto che mi fa invidiare le altre ragazze molto spesso per questo mio difetto e che non capisco perchè lui,pur amandomi e apprezzandomi fisicamente continui a farmelo notare.Lui mi ha risposto "perchè io voglio che tu sia perfetta,anche se mi sento fortunato a stare con te"...Vorrei solo riuscire a capire di più cosa intendesse dire lui e cosa dovrei fare per evitare di avere reazioni del genere in futuro. Vi ringrazio anticipatamente,se mi aiuterete...
Cordiali saluti

Gentile Ambra,
evidentemente dietro questi "difetti fisici", come tu li chiami c'è una non accettazione del proprio corpo. Per come ti esprimi questi"difetti" sono dovuti al dimagrimento non sono quindi reali "difetti"in quanto per correggerli basterebbe mangiare di più. Inoltre lui sembra non capire fino in fondo quanto tu possa soffire per questo.

(Risponde la Dott.ssa Laura Del Citerna)

Pubblicato in data 25/10/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Psicodramma

Lo Psicodramma è la più antica terapia di gruppo.   Lo psichiatra Jacov Levi Moreno (1889-1974) in un suo lavoro giovanile (1911) e in un suo scritto sul...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters

0
condivisioni