Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Confusione (165375)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 199 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carlotta, 19 (165375)

La mia Storia: Ultimamente mi sento parecchio confusa riguardo alla realtà che mi circonda.
A volte sono davvero spaesata e non riesco a recepire subito quello che succede.
Ho sentimenti confusi, mi sento vuota come se nulla mi appartenesse più. Non riesco ad essere spensierata o allegra (sinceramente capita rare volte ed è quando andiamo alle feste e si beve) e spesso, in qualunque posto mi trovi, mi sale l'ansia.
Ho parecchia paura e sto diventando parecchio paranoica.

Mi rendo conto di essere circondata da situazioni favorevoli, sono circondata da amici magnifici e genitori amorevoli, ma purtroppo non riesco ad accettare tutto questo per poter essere felice... Ho paura di accontentarmi della vita e ho paura che il futuro non possa soddisfare le mie aspettative, aspettative che non ho più o almeno quelle che avevo non sembrano più appartenermi.
Ho appena iniziato l'università, ma questa situazione di spaesamento la sento da parecchi mesi, so che potrebbe essere paura di crescere e l'ambiente nuovo non credo mi aiuti.
Ultimamente ho anche il terrore di fidarmi della gente, ho solo un'amica a cui riesco a raccontare QUASI tutto, ma certe cose non riesco proprio a dirle.
Mi sento a disagio con il mio corpo sin dall'età di 10/11 anni (periodo in cui ero davvero ingrassata) e sto affrontando una dieta e perdere peso è forse l'unica cosa che mi soddisfa.
Faccio sport e frequento una scuola di danza da quando ero piccola e ci sono sempre andata contenta, ma ultimamente non riesco a fare neanche lo sforzo fisico che più mi piace.
Mi sento sempre stanca e ho sempre sonno e spesso la mattina preferisco rimanere sotto le coperte che uscire dalla stanza, figuriamoci se ho voglia di andare a lezione...
Vorrei solo capire se questo stato di confusione, di ansia perenne e di sentimenti confusi sia normale o meno per la mia età.
Grazie.

 

Cara Carlotta, alla tua età la matrice dei problemi è il percorso di definizione dell'identità e spesso questo corrisponde a disagio, confusione e confusività.
Non saprei dirti se è solo una crisi del momento prima di spiccare il volo e lasciare il nido, ma potrebbe starci.
Diventare grandi e vivere senza i punti di riferimento consolidati per anni, non è facilissimo.
Si cresce nel dolore e nella frantumazione e non si ha mai qualcosa di veramente importante senza una quanto meno ragionevole fatica.
Tu prova a vivere le cose e vedrai piano piano lo spavento si smorza e lascerà posto a maggiori sicurezze e tranquillità.

 

(Risponde la dott.ssa Lucia Daniela Bosa)

 

Pubblicato in data 15/12/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Dipsomania

Per dispomania si intende una patologia  caratterizzata da un irresistibile desiderio di ingerire bevande alcoliche. Per Dipsomania ( gr. δίψα "sete" e μα...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni