Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Isolamento (163183)

on . Postato in Adolescenza | Letto 230 volte

Marta, 19

 

Gentile Dottoressa,
sono una studentessa di 19 anni di Bologna. Da qualche mese sono in contatto via mail con un ragazzo conosciuto su internet. Se inizialmente il nostro rapporto era fondato su un semplice scambio di mail senza particolare interesse, ora, a distanza di tempo, il tutto si è evoluto. Passiamo giornate intere a parlare e allontanarci è diventato ormai impossibile. Dopo vario tempo che ero in contatto con lui ho scoperto di una sua relazione con una ragazza che dura ormai da 3 anni: una storia complicata. Sono venuta anche a conoscenza di un suo passato complicato: un'infanzia e un'adolescenza turbata da fenomeni di bullismo. Molto insicuro riguardo la relazione e l'apparente assenza di sostegni, questa persone tende a chiudersi al mondo nascondendo i suoi sentimenti; io penso di essere l'unica persona su cui può fare affidamento. Nonostante tutto ciò, lui non trova il coraggio per incontrarci; teme di essere ferito, di essere abbandonato dai suoi apparenti amici e poi da me. Nonostante il rapporto burrascoso con la sua ragazza, inoltre, non trova il coraggio di troncare, aspettando che sia lei a farlo: insomma, nella sua vita non riesce a prendere mai in mano la situazione per cambiare le cose. Essendo io ormai molto affezionata a lui vorrei poterlo aiutare, fargli capire che deve aprire gli occhi e che il mondo non è contro di lui. Ho scritto a Lei per questo motivo, vorrei ricevere dei consigli su come poterlo aiutare, fare qualcosa per lui. Grazie

 

Cara Marta,
la conoscenza tramite email è piuttosto limitata anche se può essere molto coinvolgente. Tu dovresti chiederti come mai hai questo bisogno di affezionarti a una persona che non hai conosciuto di persona e capire quali sono le tue motivazione e/o eventuali problematiche piuttosto che occuparti di quelle degli altri



(Risponde il Dott.ssa Laura Del Citerna)

Pubblicato in data 07/10/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in...

News Letters