Pubblicità

Percezioni dei segnali delle donneTradimento (162541)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 240 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Fabio, 20

Gentile Dottoressa,
sono un ragazzo di 20 anni. Ultimamente ho riscoperto me stesso. Adesso dopo tanto lavoro su di me sono una persona molto sicura, a casa sono del tutto indipendente, finalmente sono quella persona che volevo essere . A poco a poco mi faccio trascinare dalle emozioni rabbia gioia dolore ecc. ascolto quella mia voce interiore che mi guida insomma mi sento vivo, ma c'è una cosa che mi turba da tanto tempo " le donne ". capita spesso che mi faccia coinvolgere emotivamente dopo pochi incontri con delle donne, quando parlo con una donna sono molto sicuro di me, mi trovo a mio agio non ho insicurezze ed un primo momento queste donne provano un certo interesse per me ma in conclusione mi reputano sempre un amico, e pure non mi apro completamente cerco che lei mi scopra pian piano. Ho cercato di capire il loro linguaggio, i loro segnali. il significato dell'empatia, il trasporto delle emozioni, ultimamente sono diventato molto profondo e le comprendo meglio ma la situazione non cambia. Dicono che vorrebbero un ragazzo cosi perché le so comprendere, perchè suscito in loro emozioni forti ma allora perchè rimane del tutto invariato non lo so. Questo pensiero è assillante ho cercato di correggermi negli eventuali errori ma la sostanza non cambia, ho anche imparato a starmene da solo e vivere nel presente, ma all'improvviso sorge questo pensiero e io mi sento male perchè ho tanto amore che altre persone non hanno e poche riescono a vedere queste mie qualità. Secondo lei soffro di dipendenza affettiva? Non ne ho idea potete darmi dei consigli su come gestire qst mio pensiero e sopratutto come comportarsi con qst benedette donne. la ringrazio anticipatamente di avermi ascoltato. distinti saluti da fabio

Caro Fabio,
potrebbe essere dipendenza affettiva ma per capirlo dovrei conoscere meglio alcuni aspetti del tuo comportamento e del tuo modo di pensare ma il problema più urgente mi sembra quello di non riuscire a essere abbastanza attraente per le donne che incontri, non mi riferisco solo all'aspetto fisico(anche se sapere qual'è la percezione di te stesso e della tua immagine è importante nel confronto con gli altri)ma come ti poni con loro. Se fai l'amico loro ti vedranno come tale se invece cerchi di conquistarle devi insistere e attuare alcune strategie specifiche per ognuna.Il punto è che parli molto in generale come se nessuna t'interessasse in particolare e poi non mi è chiaro se hai provato a farti avanti e se hai avuto dei rifiuti è importante saperne i motivi. Dott.Laura Del Citerna

 

(Risponde la Dott.ssa Laura del Citerna)

Pubblicato in data 02/07/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters

0
condivisioni