Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi nel relazionarsi (163033)

on . Postato in Adolescenza | Letto 222 volte


Simona, 18

 

Gentile Dottoressa,
mi chiamo Simona e ho 18 anni. La farò breve, ho problemi nel relazionarmi con le persone. No, non sono asociale, ma semplicemente odio stare con persone che non conosco. Mi spiego, pochi giorni fa ho avuto una discussione con il mio ragazzo perchè mi aveva invitato al bar con i suoi amici, io all'inizio ho detto si ed ero anche euforica rispetto all'idea, ma poi più si avvicinava il momento dell' "incontro" più non volevo andarci. Insomma, nella mia testa sono apparse varie immagini di me seduta ad ascoltare e non dire una parola, limitandomi a qualche sorrisino di compiacenza e pensavo agli amici del mio ragazzo che fantasticavano su di me come un'asociale emarginata. Ho notato inoltre che l'idea di dover stare con molte persone che non conosco mi porta agitazione, paranoia, esagerata palpitazione, attacchi di panico insomma. Ho anche fatto caso che spesso quando delle persone mi invitano ad uscire con loro, io, se so di non conoscere nessuno tranne chi mi ha invitato, se non rifiuto spesso chiedo a qualcuno di venire con me. Il mio ragazzo mi ha chiesto com'è possibile che io con lui non mi sia fatta problemi nel conoscerlo. Beh, non lo so. Non so nemmeno io com'è possibile. Ho pensato più volte di andare da uno psicologo per parlare di questi problemi, ma ho vergogna di dirlo a mia madre. Spero in una pronta risposta, grazie mille.

Cara Simona,
questa potrebbe essere una reazione di ansia da prestazione; probabilmente deriva dalla paura di non essere all'altezza e si manifesta in situazioni di gruppo(per questo non l'hai avuto con il tuo ragazzo) Una psicoterapia breve mirata alla soluzione dle problema ti sarebbe di aiuto. Dott.Laura del Citerna

 

(Risponde la Dott.ssa del Citerna Laura)

Pubblicato in data 08/07/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

News Letters