Pubblicità

Ragazzino malato che mi fissa (165203)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 225 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La cosa che mi dà più fastidio è che i prof dicono di non essersi accorti di nulla ma è impossibile non notarlo perché sta tutto il tempo girato e se cerco di nascondermi lui allunga il collo per guardarmi.
Io faccio finta che non sia poi così grave ma ci sto malissimo.
Avevo anche pensato di cambiare scuola, ma ormai ho tutti gli amici lì e non voglio ricominciare tutto da capo.
Può sembrare una cosa stupida e sicuramente mi risponderete che è normale perché è malato ecc, io non ho niente contro i malati ma voglio solo che mi lasci in paceee.

 

 

Ciao Kikka. Mi dispiace per il disagio che provi. Si legge tanto nel modo in cui racconti la tua storia.
Il punto è che per risolvere le difficoltà che ci troviamo davanti, la prima cosa da fare è guardarle in faccia ed essere più forti di loro. 
Poi c'è un problema: non dici di che malattia soffre questo ragazzo. Credo di intuire che si tratti di ritardo mentale o qualcosa del genere.
Se così fosse, pur comprendendo bene il fastidio che provi, credo che l'unica cosa che tu possa davvero fare è stargli vicina ed essergli amica.
Non dici se parlate o se lui sia una presenza silenziosa in classe. Non ti rispondo che è normale perché è malato: quando una persona ci causa disagio, sana o malata che sia, quello che conta davvero è ciò che proviamo noi.
Purtroppo, però (o per fortuna), noi persone sane siamo più forti fisicamente e psicologicamente. Forse questo ragazzo ti guarda perché semplicemente ha molta stima di te e ti ha preso come suo punto di riferimento. Probabilmente non sa spiegartelo, non è in grado di farlo.
Ti ripeto che non conoscendo bene tutti i dettagli, l'unica cosa che mi sento di suggerirti è quella di fare tu un passo verso lui, dal momento che lui non ne fa verso te.
Potresti avere una piacevole sorpresa, scoprendo che hai pensato male di un comportamento ingenuo.

(Risponde la dott. ssa Agnese Tiziana Magno)

 

Pubblicato in data 22/12/2014

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters

0
condivisioni