Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Ansia, paure varie (104952)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 193 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fabio 32

Salve, sono un uomo di 32 anni, separato, con un bimbo di 6 anni, titolare di una ditta individuale. Da circa tre anni, ho avuto qualche problema di ansia con attacchi molto forti che sfociavano in tachicardia, sudorazione, tremore delle mani e delle gambe e spesso ricorrevo al pronto soccorso per paura di un infarto. Il tutto è iniziato nel periodo dell'inizio della separazione da mia moglie e precisamente a causa di una congestione della carotide tramite una birra fredda. Da lì la trafila di ansia, paura di morire e di perdere il controllo. Nei momenti più impegnativi e più stressanti ho exstrasistoli, ma non ho problemi cardiaci. Ho frequentato ultimamente una psicologa, che mi ha imbottito per 2 mesi circa di Xanax (15 gocce) giornaliere, ma all'occasione l'ansia si è ripresentata ugualmente. Ho lasciato tutto ed ho ripreso ciò che 3 anni fa, all'inizio della mia ansia, mi ha veramente aiutato: la Passiflora incarnata in tintura madre. Tramite la passiflora riesco ad attutire benissimo l'ansia, ma sono qui per chiedervi: Come faccio a superarla completamente? In realtà il mio problema è proprio questo non riesco a conviverci, ero una persona d'avventura, un duro; adesso ho sempre il timore che mi possa venire un attacco e non mi godo la vita appieno. Cosa posso fare? Pensate sia stress? Vi ringrazio anticipatamente. Saluti.

Caro Fabio, innanzitutto mi chiedo perché una psicologa dovrebbe dare lo xanax, quindi sicuramente ti riferisci ad una psichiatra. Io credo che la passiflora sia quello che in gergo prende il nome di “fattore protettivo”: tu pensi che questa sostanza ti faccia stare bene e questa abbassa la tua ansia, ma pensa cosa accadrebbe se un giorno non porti con te la confezione. Da quello che scrivi, anche se è azzardato fare un’ipotesi diagnostica che abbia un minimo di validità con questi pochi dati, gli attacchi che hai descritto ed il tuo modo di viverli sembrano attacchi di panico e lo stress è appunto il principale motivo della loro comparsa di solito. Negli ultimi anni la terapia cognitivo-comportamentale ha dimostrato di essere quella più efficace nella cura di questo disturbo, anche più dei farmaci ed a lungo termine. Io credo che i problemi vadano sempre risolti alla radice e che se puoi dovresti rivolgerti ad uno psicologo od anche ad uno psicoterapeuta di questo orientamento, o che comunque utilizzi queste tecniche di terapia. Presso la AUSL 11 in San Miniato, per esempio, il Disturbo di Panico viene affrontato in 12-16 sedute di gruppo con risultati ottimali a distanza di anni. Prova a sentire alla AUSL più vicina a te od un privato.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 14/11/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di ansia/stress per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Noia

È  uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un'at...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni