Pubblicità

Bulimia (079971)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 154 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Adriana, 42 anni

Gentili esperti vorrei sottoporvi un caso che non riguarda me ma mia sorella, dall'età di 15 anni ora ne ha più di trenta mangia e poi si provoca il vomito non è grassa anzi pesa 50kg ma continua a vomitare dice che tutto quello che mangia le pesa sullo stomaco: Attualmente è in cura in ospedale ma li la curano come bulimica le regolano la dieta che l'ha fatta dimagrire e degli antidepressivi, il risultato per me è devastante: è assente e depressa.Come posso aiutarla?
Grazie per l'attenzione

Carissima Adriana, devo premettere innanzitutto che aiutare le persone che soffrono di bulimia, come della maggior parte dei disturbi psicologici, è cosa molto difficile; questo perché non sempre hanno voglia di farsi aiutare… e quando è così, ovviamente, ogni intervento diventa un’invadenza. Dunque prima di tutto è importante che sia sua sorella a capire di aver bisogno di aiuto e che decida di fare qualcosa per se stessa…certo quindici anni non sono pochi, e in questi anni di tentativi ne avrò fatti…. Ma chiaramente la tua vicinanza, il tuo affetto e la complicità che a volte (non sempre) caratterizza il rapporto fra sorelle, può darle una grande mano a decidersi ad affrontare il suo disagio e a venirne fuori. Insomma, esserci, ed esserci con affetto può essere comunque importante. Il resto però tocca a lei. E questo resto riguarda le problematiche interne e i conflitti che sono alla base di un disturbo del comportamento con il cibo, che tua sorella dovrebbe affrontare per guarire. Personalmente non ho mai creduto che una cura prettamente farmacologia e dietologica possa aiutare veramente a risolvere disturbi di questo tipo. Aiuta a tamponare le emergenze, ma poi il disturbo si risolve affrontandone la radice, che è appunto psicologica. Bisogna andare a rovistare dentro se stessi e nelle proprie paure, per sciogliere i nodi che non permettono di….digerire questa vita. Credo dunque che un lavoro psicoterapeutico sia indispensabile per affrontare con serietà la problematica. Ma non tutti i colleghi pensano questo. E non so come la pensi sua sorella a riguardo…magari potreste parlarne

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters

0
condivisioni