Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (144243)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 181 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Stefano 31

Salve, la mia ragazza mi ha confessato da qualche giorno di essere malata di bulimia, pare che sia stata in passato in terapia per un anno, poi ha dovuto sospenderla per motivi economici. Stiamo da poco insieme e la cosa mi ha spaventato molto, ora mi sento molto lontano da lei rispetto a quando ignoravo la cosa. Il problema che altre mie due ex soffrivano di disturbi alimentari riconducibili a bulimia piuttosto che anoressia, cosa che ha minati i miei precedenti rapporti portandoli a finire. Quando ho appreso la notizia subito sono tornati alla mente i miei ricordi passati. Sinteticamente la mia attuale ragazza: ha un forte senso del dovere, troppo forte a parer mio, quando era piccola ha subito più volte la separazione dei suoi, ha un bisogno d'amore eccessivo, troppe volte quando la andavo a prendere era esausta. Poi mi ha confessato che è esausta ogni volta che lotta contro la voglia di vomitare. Mi ha chiesto di lasciarla subito o di non farlo in seguito. Io caratterialmente somatizzo sempre gli altrui stati d'animo, soffro da un decennio di colite nervosa ed altri mali psicosomatici che comunque nel bene o nel male riesco a gestire. Come posso aiutarla? Come posso aiutare me? Stiamo da troppo poco insieme e sebbene mi sento innamorato le sue confessioni mi hanno allontanato. Conosco quel mondo e ho paura. Grazie. Ciao.

Caro Stefano, la sua ansia e paura di fronte al disturbo della sua ragazza è comprensibile, il suo desiderio di fuga anche. Tuttavia se ci scrive è perchè in fondo vorrebbe aiutarla. Allora, trattando i disturbi alimentari da molti anni le consiglio assolutamente di invitare la sua ragazza ad entrare in terapia presso un centro ospedaliero dove ci sia un'equipe curante, questo è il modo in assoluto più efficace per uscirne abbastanza in fretta. Per quanto riguarda lei, Stefano, se non se la sente sia franco con lei e gliene parli ora, probabilmente questo costituisce un ulteriore stimolo a curarsi. Se il vostro rapporto deve durare, questa è una bella prova. Un abbraccio. Ciao.

(Risponde la Dott.ssa Ponti Camilla)

Pubblicato in data 07/05/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

News Letters

0
condivisioni