Pubblicità

Disturbi alimentari (010016)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 225 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Annachiara, 22 anni

Salve,
è la prima volta che entro in questo sito, la prima volta che sperimento una consulenza online. Una consulenza psicologica, soprattutto. Il mio problema è apparentemente semplice, banale. Una specie di non-problema secondo molti, secondo le persone che mi circondano e che credono di aiutarmi mentre non fanno che sminuire il mio problema. Cercherò di essere chiara, sintetica più che posso. Non riesco ad accettare il mio corpo, il modo in cui è cambiato nel corso di un anno.
Dopo un lungo periodo di disordine alimentare causato da un forte stress psico-fisico (accentuato dal fatto che mi trovavo all'estero, sono ingrassata di 11 chili. Ho iniziato una dieta controllata, ma sono lontana dal raggiungere una forma vagamente somigliante a quella che avevo un anno fa. Ho cellulite sul ventre, sulle gambe, sui glutei. Non accetto il mio corpo, questo alimenta stress e voglia di mangiare. Come posso superare questo stato d'animo di rifiuto totale dei miei cambiamenti?
il problema non è solo fisico, anzi, credo che sia psicologico. Prima di ogni altra cosa. Ho perso stima e sicurezza. eppure nella mia vita cerco di buttarci le cose migliori...amo i miei studi e faccio molte cose con passione. Ma il mio corpo è sempre di più un'ossessione, per quanto riesca a capire da me che è stupido e riduttivo ridurre la propria persona al solo involucro che ne contiene anima e carattere.Grazie per la risposta.

Cara Annachiara,
bisognerebbe cercare di capire cosa o chi ha fatto scattare nella tua mente il meccanismo automatico del mangiare in modo eccessivo e sbagliato, è successo qualcosa che ti ha particolarmente urtato o fatto soffrire nel periodo precedente all'incremento ponderale? Forse il viaggio all'estero era per te un'esperienza troppo forte che ha messo in crisi il tuo senso di autonomia?
Queste sono ipotesi, ma sicuramente facendo un lavoro psicologico di recupero di quegli avvenimenti con un bravo professionista anche il sintomo (il mangiare compulsivo) si attenuerà. Ora, per quanto riguarda il piano fisico, non dici questi 11 kg a quale peso si sono aggiunti e per quale altezza. Perdere questi chili non è compito che spetta a te sola, hai bisogno di un aiuto da un medico nutrizionista.
Le due figure professionali lavorano in equipe presso i centri ospedalieri per il trattamento dei DCA (disturbi del comportamento alimentare), dovrebbe essercene uno in ogni ospedale pubblico delle principali città. A milano ce n'è uno ottimo presso l'ospedale Sacco. La cura è completa, efficace, e il costo è quello del ticket. Se avessi difficoltà a trovare un centro nella tua città puoi scrivere di nuovo, provvederò a trovare quello più vicino a te.In bocca al lupo!

 

 

 

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sofferenza interna e obiettivi…

Mauro, 31 anni     Durante tutta la mia vita ho perseguito obiettivi molto impegnativi. Oggettivamente giorno dopo giorno dopo giorno, mi sto re...

Quando lei maltratta lui (1574…

DELUSO 60, 59 anni     Incontrati a 46 anni io 40 lei, divorziati entrambi, io convivevo con una signora da 8 anni, lei con un figlio di 10 (unic...

Presa in giro (1574783413891)

Berna,  20 anni     Ciao, ho bisogno di aiuto e cerchero di spiegare il più brevemente possibile la mia situazione. Mi chiamo benedetta e s...

Area Professionale

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Le parole della Psicologia

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

News Letters

0
condivisioni