Pubblicità

Problemi adolescenziali (000911)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 193 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cristina, 14 anni

Caro Dottore/Dottoressa ho 14 anni e peso 50kg di (non so dirle di preciso l'altezza comunque sono nella media ) il mio problema riguarda il cibo, sono ossessionata da esso, ho una paura matta di diventare grassa (e ritengo già di esserlo anche se tutti mi dicono che sono abbastanza magra) cerco di mangiare poco ai pasti ma finisco per abbuffarmi di più, ora ho deciso di digiunare per un pò perchè non voglio arrivare d'estate con la paura di come vestirmi... non so se può aiutarla però io faccio sport (pallavolo) e la mia situazione familiare e sociale è ottima anche se non ho mai avuto un ragazzo o dato il primo bacio (cosa che tutte le mie amiche hanno già fatto e che io trovo molto imbarazzante) comunque il mio problema è appunto il cibo... è una fissazione... la prego mi risponda.
Cordiali saluti, Cristina.

Carissima Cristina, mi rendo conto che alla tua età l’immagine e l’estetica siano molto importanti, visti anche i modelli culturali che i media trasmettono….Inoltre la tua è un’età importante per la crescita, direi un’età critica, proprio perché ci si inizia a conoscere, si cerca di capire chi siamo veramente, e ci si inizia a confrontare con gli altri e con il mondo. Solitamente è un’età di grandi insicurezze, e anche grandi paure e dubbi….ovviamente oltre alle cose belle, che anche sono tipiche di questo momento di vita e legate generalmente alla curiosità e alla spregiudicatezza.
Insomma, Cristina, il corpo alla tua età acquisisce un’importanza primaria, proprio perché è il veicolo attraverso il quale ci presentiamo agli altri, all’altro sesso in particolare, e anche perché tutte le problematiche legate alla crescita e alle insicurezze si traducono immediatamente in questioni corporee. Se qualcosa non va dentro di noi, se pensiamo di essere poco interessanti, allora facilmente ci vedremo grasse o brutte; e siccome la nostra psiche ha un grande potere su di noi, facilmente riusciremo a trasformare il nostro corpo esattamente come ci sentiamo. Se ci sentiamo grasse, mangeremo fintanto da diventarlo e poterci lamentare di qualcosa di reale invece che di qualcosa di immaginario (o prettamente psichico). E ancora, ricorda che a quattordici anni ancora il nostro corpo non è stabilizzato, per cui subisce spesso trasformazioni, e qualche chilo di troppo o di meno sono piuttosto comuni. Dunque, se il cibo è una fissazione, cerca di ricordarti che stai scaricando su di esso questioni che riguardano altri settori di te stessa, e probabilmente riguardano il tuo mondo interiore: insoddisfazioni, tristezze, paure, insicurezze….. Cerca ogni tanto di pensare che quello che sei non è solo corpo, ma anche anima, persona. Sei Cristina, e questo è quello che la gente vede e vedrà di te, non soltanto il tuo involucro esterno.
Quello, l’involucro, si adegua al tuo sentire e sentirti Ti consiglio quindi di ascoltarti, di guardarti, di cercare dentro di te per scoprire cosa ci sia e anche per realizzare quello che di te ancora non è sbocciato. E nel fare questo cerca di non giudicarti e non punirti: non c’è nulla di sbagliato, al limite ci sono cose che ancora non conosci bene. Punta su te stessa e cerca di diventare quello che sei, e non quello che è appeso nei cartelloni pubblicitari. Se impari a fare questo, anche il tuo corpo e la tua fame prenderanno la giusta strada. La tua.

( risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters

0
condivisioni