Pubblicità

Psicologia infantile (138229)

0
condivisioni

on . Postato in Minori | Letto 370 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Donatella 41

Buongiorno, sono una mamma di 2 bambine di 7 e 5 anni. La mia bimba più grande manifesta un disagio che stà diventando anche per noi genitori molto "pesante" da affrontare. Si sente sempre presa di mira da tutti, amichetti, parenti, sorellina, maestre. Il suo problema è il sentirsi accettata, è nonostante il mio impegno ad organizzare sempre uscite in compagnia di amici con figli, o a invitare amichette a casa, la situazione sembra stia peggiorando e noi siamo molto preoccupati. Più passa il tempo e più si convince che nessuno la vuole, che se qualcuno casualmente fà una risatina la fà per prenderla in giro, che nessuno vuole giocare con lei e di esempi ce ne sarebbero tantissimi. Questo suo comportamento non fà altro che allontanarla da tutto un mondo di cui, invece, avrebbe molto bisogno. Senza il suo aiuto anche i miei sforzi di farle capire che è una bambina splendida sono inutili.
Tutto questo si ripercuote su tutta la vita familiare perchè siamo ormai tutti concentrati sul farla stare bene. Come posso fare per farle tornare il sorriso che ha sempre avuto e farle riacquistare la sicurezza in sè stessa?
Grazie di cuore

 

Cara Donatella, lo scambio dialogico rappresenta sempre una possibile soluzione per queste situazioni critiche. Nel dialogo, infatti, appare necessario restituire fiducia nelle sue capacità di maturazione e stimolare la consapevolezza di se stessa. Perchè si possa accettare, nei lati positivi e in quelli negativi, sua figlia deve sentire intorno a sè accettazione e incoraggiamento, e questo "clima" è possibile instaurarlo con un atteggiamento di ascolto, non di giudizio, aiutandola a parlare dei propri problemi e sofferenze.E' anche necessario evitare, nel momento del dialogo, quelle "barriere" che impedirebbero di sentirsi pienamente accettata per quello che è, non per quello che dovrebbe essere.Tali barriere sono costituite dalle nostre espressioni verbali caratteristiche (minacciare, fare prediche, sdrammatizzare troppo, elogiare o fare apprezzamenti in modo non sincero, ironizzare prendendo in giro, ecc.).L'esercizio dell'ascolto empatico non è facile, occorre allenarsi, ma solo in questa maniera recupererà pienamente la relazione con sua figlia.Se vuole avere un riferimento, può leggere il libro di Thomas Gordon "Nè con le buone nè con le cattive", lameridiana editrice.

 

(Risponde la Dott. Vignati Renato)

Pubblicato in data 21/09/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Problemi dell'infanzia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Angoscia [1593361574931]

alex, 41 anni   Salve, ho bisogno tanto di un supporto psicologico, un mental coach sarebbe l'ideale. Vivo con mia madre da sempre, non ho amici, so...

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Fisting

Il fisting è una pratica sessuale, è l'atto di inserire l'intera mano o anche di due mani contemporaneamente, dentro la vagina o il retto Naturalmente richiede...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters

0
condivisioni