Pubblicità

Autotopoagnosia

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 80 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo.

AutotopoagnosiaNella maggior parte dei casi è dovuta a lesioni all'emisfero sinistro (dominante per il linguaggio) nelle regioni parietali o occipito-parietali.

Molto spesso si osserva in associazione ad altri disturbi neuropsicologici quali afasia, aprassia, neglect, agrafia, acalculia, ecc.

TEST

Per identificare il disturbo si chiede al paziente di indicare le diverse parti del proprio corpo, ad occhi chiusi, o su un modello di figura umana o sul corpo dell'esaminatore. Il deficit può essere testato anche in compiti non verbali, in cui il paziente deve toccare le parti del corpo che ha toccato l'esaminatore.

Gli errori più frequenti sono classificati in tre categorie:

  • errori di contiguità in cui il paziente indica parti del corpo spazialmente vicine a quelle richieste (gamba invece del piede);
  • errori concettuali o semantici dove il paziente indica parti del corpo concettualmente simili (piede invece di mano);
  • errori casuali non classificabili.

Pubblicità

I pazienti autotopoagnosici non perdono però la capacità di definire la funzione delle varie parti del corpo verbalmente, pur fallendo nell'indicarne la posizione. Vari studi hanno provato ad analizzare se il disturbo prevedesse la mancata identificazione anche di parti di oggetti complessi ed è stata dimostrata una dissociazione tra questi due disturbi: il soggetto autotopoagnosico riesce ad identificare parti degli oggetti.

Il paziente, inoltre, sembra essere in grado di muovere ogni parte del corpo correttamente, è capace di denominare e conoscerne la funzione: l'unico deficit risulta nell'indicare la parte del corpo richiesta dall'esaminatore. Questo disturbo è quindi classificabile come un disturbo specifico di conoscenza del corpo. Per spiegare questa patologia è stata proposta una ipotesi spaziale :

Se si considera il corpo come un insieme, l’isolamento di una parte specifica richiede la costruzione di un’immagine mentale spaziale della relazione tra le parti e tra le parti e l’intero insieme: se tale capacità viene a mancare si osserverà una dissociazione tra riconoscimento e denominazione da una parte e indicazione e descrizione dei vari distretti corporei dall’altra."

 

Riferimenti Bibliografici:

  • G. Vallar e C. Papagno (2011) "Manuale di Neuropsicologia". Il Mulino

 

 

(a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: dizionario di psicologia le parole della psicologia autotopoagnosia disturbo della rappresentazione corporea agnosia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

News Letters

0
condivisioni