Pubblicità

Desiderio sessuale (62716)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 37 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lorenza 28 anni, 09.03.2003

Un anno e mezzo fa, non volutamente, sono rimasta incinta. Io e il mio ragazzo (di 30 anni) eravamo insieme da 1 anno e non ci sentivamo ancora pronti per affrontare una gravidanza, e abbiamo deciso, forse un po' affrettatamente, che era meglio abortire. Dopo l'operazione per molti mesi mi sono sentita triste e svuotata, avevo anche paura dei rapporti sessuali, paura di sentire del male per l'operazione eseguita, e penso che mi sia pesato molto anche non poterne parlare con nessuno, per il timore di essere mal giudicata.
Purtroppo da quella volta, tranne rare eccezzioni, la mia vita sessuale sta peggiorando al punto che lo facciamo non più di una volta al mese ed anche quelle rare volte non sempre riesco a provare entusiasmo e piacere. In generale, mi sento un pò apatica.Cosa posso fare? Grazie per l'aiuto.

Cara Lorenza l'esperienza dell'aborto è sempre devastante e molto spesso è causa della rottura del rapporto sentimentale.
Le reazioni che hai provato sono abbastanza comuni. All'inizio, quando l'idea di avere un bambino non viene accettata, la via più semplice sembra essere quella dell'aborto.
Purtroppo le cose non si svolgono in maniera così semplice. L'errore più grande in cui si incorre è quello di non considerare le proprie emozioni di fronte ad un evento tanto traumatico.
A distanza di tempo quella che era sembrata la decisione più giusta comincia a vacillare, iniziano le angosce per non aver saputo affrontare in modo adulto un momento tanto importante della vita, la mancata maternità viene vista come un'occasione perduta a cui non si può porre rimedio e sorgono mille interrogativi per i quali non c'è risposta.
Con il tempo questi rimuginamenti possono portare alla depressione e all'allontanamento dei partners, inconsciamente si comincia a nutrire risentimento verso il partner che non ci ha sostenuto e che ci ha in qualche modo spinto a prendere una decisione che a distanza di tempo non condividiamo più.
Per superare questo brutto periodo e ritrovare l'energia necessaria per andare avanti credo che ti sarebbe di aiuto rivolgerti ad uno psicologo .
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega una persona...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

News Letters

0
condivisioni