Pubblicità

Difficoltà relazioni (182899)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 47 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Laura, 29

Gentile Dottore,
chiedo un vostro parere su che tipo di terapia dovrei intrapprendere per affrontare il problema che mi trovo ad affrontare , ho problemi nell' instaurare rapporti di intimità, a causa di abusi subiti nell' infanzia. Di questo non ho mai parlato a nessuno. Ho un rapporto di amicizia con un ragazzo che mi sta vicino e non mi forza ma che vorrebbe di più, ma non pretende perchè credo che intuisca il mio malessere che provo quando prova a starmi più vicino. Non ne parliamo direttamente perchè non posso raccontargli, la paura è che si spaventi o forse è il mio disagio a frenarmi. Cosa devo fare? Ho già mandato a monte tante storie. Non posso rinunciare a lui, è troppo importante per me ed è la prima volta che mi sono innamorata davvero, per cui mi sono decisa ad affrontare il problema ad ogni costo.
La ringrazio

Cara Laura,
la risposta te la dai da sola, poichè affermi che sei veramente innamorata del tuo ragazzo. La miglior medicina, se ritieni che esso sia veramente ciò che affermi, è parlarne liberamente poichè capirà le tue sofferenze. Come consiglio consultare uno psicoterapeuta psicodinamico, che può aiutarti ad elaborare la tua paura e difficoltà. E' chiaro che gli abusi sessuali subiti nell'infanzia non sono facilmente archiviabili, ma si può convivere se a fianco abbiamo la persona giusta.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 14/05/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Frustrazione

La frustrazione può essere definita come lo stato in cui si trova un organismo quando la soddisfazione di un suo bisogno viene impedita o ostacolata. Rappresen...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni