Pubblicità

dipendenza/"eccitazione" continua (164339)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 228 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesco, 26

Gentile dottore,
forse il titolo della mia richiesta potrebbe generare confusione. Sono due i motivi per cui chiedo il vostro aiuto : il primo è che a 26 anni mi rendo conto di essere dipendente dalla pornografia, sinceramente riesco anche a non darmi piacere per alcuni giorni, ad esempio in un periodo di particolare stress (ad esempio un periodo di esami, essendo uno studente universitario) ma dopo un pò di tempo di astinenza sento il bisogno di ricominciare. Per cui tutto sommato riesco comunque a limitare/ gestire questa dipendenza. Il secondo problema dipende dal fatto che in momenti normalissimi, quando sono in giro per la città o all'Università, appena vedo una bella ragazza associo subito l'immagine del suo corpo al sesso, e non riesco a non guardarla con desiderio (che ovviamente nascondo). Solo ora mi rendo conto che questo può non essere normale, infatti ho una relazione felice con una ragazza (ma a distanza), e nonostante io la ami, appena vedo un bella ragazza la percepisco come un oggetto sessuale. Questa situazione non mi va più bene, e non so se sia normale....sono malato?



Caro Francesco,
quando si parla di sessualità non necessita parlare di malattia ma di disturbi che si possono ben risolvere con adeguate terapie e tecniche. Il primo quesito si tratta di una parafilia non altrimenti specificata che si chiama pictofilia che può essere debellata. Il secondo quesito , quello delle fantasie sessuali nel vedere una bella ragazza si può considerare naturale in special modo quando abbiamo il partner lontano e pochi rapporti sessuali quindi la fantasie sopperisce la mancanza di contatto. Per risolvere i quesiti posti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che ti aiuterà nel rivedere i tuoi atteggiamenti inoltre ti consiglio di leggere il libro La coppia e i suoi segreti edito da Kimerik che ti aiuterà nel rapporto di coppia. Auguri

 

 

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 08/04/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Ecoprassia

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia). L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti ...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

News Letters

0
condivisioni