Pubblicità

dipendenza/"eccitazione" continua (164339)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 299 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesco, 26

Gentile dottore,
forse il titolo della mia richiesta potrebbe generare confusione. Sono due i motivi per cui chiedo il vostro aiuto : il primo è che a 26 anni mi rendo conto di essere dipendente dalla pornografia, sinceramente riesco anche a non darmi piacere per alcuni giorni, ad esempio in un periodo di particolare stress (ad esempio un periodo di esami, essendo uno studente universitario) ma dopo un pò di tempo di astinenza sento il bisogno di ricominciare. Per cui tutto sommato riesco comunque a limitare/ gestire questa dipendenza. Il secondo problema dipende dal fatto che in momenti normalissimi, quando sono in giro per la città o all'Università, appena vedo una bella ragazza associo subito l'immagine del suo corpo al sesso, e non riesco a non guardarla con desiderio (che ovviamente nascondo). Solo ora mi rendo conto che questo può non essere normale, infatti ho una relazione felice con una ragazza (ma a distanza), e nonostante io la ami, appena vedo un bella ragazza la percepisco come un oggetto sessuale. Questa situazione non mi va più bene, e non so se sia normale....sono malato?



Caro Francesco,
quando si parla di sessualità non necessita parlare di malattia ma di disturbi che si possono ben risolvere con adeguate terapie e tecniche. Il primo quesito si tratta di una parafilia non altrimenti specificata che si chiama pictofilia che può essere debellata. Il secondo quesito , quello delle fantasie sessuali nel vedere una bella ragazza si può considerare naturale in special modo quando abbiamo il partner lontano e pochi rapporti sessuali quindi la fantasie sopperisce la mancanza di contatto. Per risolvere i quesiti posti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che ti aiuterà nel rivedere i tuoi atteggiamenti inoltre ti consiglio di leggere il libro La coppia e i suoi segreti edito da Kimerik che ti aiuterà nel rapporto di coppia. Auguri

 

 

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 08/04/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficolta' a dimenticare [159…

Alidra82, 38 anni Gentili dottoriIl mio problema puo' sembrare molto banale, ma e' un problema che limita molto la mia vita e da cui non riesco a liberarmi...

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

News Letters

0
condivisioni