Pubblicità

Mancanza di erezione (164146)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 48 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giovanni, 18

Gentile dottore,
tutto è iniziato nell'estate del 2009 durante una relazione con una ragazza. Il primo preliminare è andato tutto bene ma le successive volte non riuscivo ad eccitarmi mettendo anche lei in imbarazzo. Sapevo già allora che mi piacevano i ragazzi e difatti mentre mi frequentavo con questa ragazza avevo dei contatti fisici con un ragazzo che mi faceva eccitare. Non ho mai praticato, anche precedentemente al 2009, autoerotismo con video di ragazze ma solo filmati e immagini omosessuali. La relazione con la ragazza in questione è stata ripresa durante l'estate successiva ma ogni mio sforzo di eccitarmi era vano. Stavo avendo sempre più la conferma che le ragazze non facevano per me. Non riesco a ricordare se altre due ragazze con cui mi sono eccitato sono antecedenti al 2009. Nei successivi due anni l'esperienza non si è ripetuta per mancanza di occasione, forse per mia volontà. Durante questo periodo continuavo comunque ad eccitarmi con filmati omosessuali. Nel 2012 durante una gita ci ho provato con una ragazza ma non sono riuscito ad eccitarmi. Allora ho avuto la conferma e col tempo ho realizzato di essere omosessuale. Premetto che questo non mi causa problemi in quanto sono fermamente convinto di averlo accettato. Nel 2013 ho incominciato ad uscire con un gruppo gay ed ho avuto la mia prima esperienza effettiva con un ragazzo. La relazione è durata una/due settimane e mentre ero con lui non mi è mai capitato di perdere l'erezione. La scorsa estate sono andato a Barcellona con tre amici gay e in discoteca ho conosciuto un ragazzo che fisicamente mi piaceva ma non riuscivo ad eccitarmi all'inizio.. anche se alla fine ci sono riuscito. Dopo di lui, tornato dal viaggio, ce nè stato un altro con cui ho avuto un po' di difficoltà ad eccitarmi ma fino alla fine ce l'ho fatta. Con tutti questi ragazzi non ho mai avuto un rapporto completo ma solo preliminari. A Novembre ho conosciuto un ragazzo e avevo intenzione di iniziare qualcosa di serio. Il primo mesetto è andato tutto bene. Mi eccitava anche se fisicamente non ho mai pensato fosse il mio ragazzo ideale. Mi stavo affezionando davvero a lui. Durante un nostro incontro in macchina in quel primo mese, mentre facevamo i preliminari ho perso parte dell'erezione ( non riuscivo a mantenerla ) e non mi spiegavo a cosa fosse dovuto. Ho insistito tanto per avere un rapporto completo e il giorno che eravamo entrambi pronti non sono riuscito ad eccitarmi. Non nel momento dell'atto ma anche prima di iniziarlo. C'è chi mi ha detto ?ansia da prestazione, può succedere?. La seconda e la terza volta che ci siamo visti è successo lo stesso: all'inizio, da vestiti, sono riuscito ad eccitarmi.. ma una volta nudi ho perso l'erezione. Sembrava che non riuscissi a mantenere l'erezione. Abbiamo pensato che il problema fosse l'atto ma anche quando ci siamo visti per stare un po' insieme non mi sono eccitato. Dopo non esserci riuscito sono andato a casa e ho provato con l'autoerotismo davanti ad un video e inizialmente avevo difficoltà. Ho pensato di essere impotente ma avendo le erezioni mattutine e riuscendo con l'autoerotismo nei successivi giorni ho escluso questa possibilità. Un'altra cosa che ho notato è che anche con i filmati l'erezione non è sempre al massimo e a volte non è duratura. Il mio ultimo partner con il solo contatto fisico di un bacio si eccitava e questo succedeva anche a me prima. Come mai non succede più? Ci siamo lasciati per mia volontà perché volevo capire quale fosse il problema: volevo capire se il problema fosse lui, se mi ero stancato di lui o se non mi piacesse davvero fisicamente. Dovevo provare se succedeva lo stesso con qualche altro ragazzo carino anche se lui ha insistito tanto nello starmi vicino poiché è convinto che solo insieme possiamo risolvere il problema. Il 31 Dicembre si è presentata l'occasione; ho conosciuto un ragazzo carino e ci siamo baciati ma nulla non mi eccitava. Ora può ben capire che per un ragazzo di diciotto anni è distruttivo un problema del genere. Perché tutti i miei coetanei riescono a eccitarsi con un solo bacio e con tantissimi ragazzi e io no ? Ho pensato che devo trovare il ragazzo che mi piace davvero ma questo non giustifica il fatto che con dei ragazzi carini ho avuto questo problema. La maggior parte dei ragazzi si eccita subito e difatti il ragazzo del 31 Dicembre si è stupito che non riuscissi a eccitarmi. Dovrebbe essere una cosa così naturale ma per me non lo è più. Cerco di non pensarci, cerco di rilassarmi, cerco di godermi quel momento ma nulla, non mi eccito. Sono giunto alla conclusione, dopo aver cercato un po' su internet, che un mio problema fisico, ovvero il varicocele, potrebbe avere come conseguenza la perdita o la difficoltà a mantenere l'erezione. Dopo essermi sforzato più volte col mio ex partner per raggiungere l'erezione e dopo essere andato a casa ho sentito un dolore molto forte ai testicoli, il tipico dolore del varicocele. Questo è successo anche il 31 Dicembre dopo averci riprovato con l'ultimo ragazzo.




Caro Giovanni,
il varicocele può influire sulla nascita di spermatozoi non dell'erezione. Prendo atto che l'omosessualità da te descritta è stata accettata con serena consapevolezza e che i problemi sono di natura erettiva. Credo che più che preoccuparsi dell'erezione occorra capire ciò che psicologicamente sta avvenendo sia nell'inconscio sia nella razionalità Ti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti nel percoso da te ben descritto Auguri



(Risponde il Dott. Sergio Pugelli)

 

Pubblicato in data 24/01/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

Dipsomania

Per dispomania si intende una patologia  caratterizzata da un irresistibile desiderio di ingerire bevande alcoliche. Per Dipsomania ( gr. δίψα "sete" e μα...

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotat...

News Letters

0
condivisioni