Pubblicità

Anedonia

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 6171 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacevoli o che precedentemente provocavano piacere.

anedonia

Questo sintomo solitamente si accompagna ad una carenza di impulsi, con conseguente inattività e pigrizia.

Tale fenomeno può essere un sintomo di depressione, dove il soggetto perde ogni tipo di interesse per il cibo, per il sesso, per la compagnia e per tutto ciò che prima lo attraeva.

È possibile differenziare i diversi tipi di anedonia:

  • incapacità di sperimentare il piacere,  intesa come una forma di anestesia rispetto al piacere,
  •  incapacità di essere consapevoli del piacere, dove è l’emotività che accompagna lo stimolo piacevole ad essere alterata,
  • incapacità di essere consapevoli di ogni tipo di emozione, non solo quelle piacevoli,
  • incapacità di esprimere l’emozione legata al sentimento sperimentato, come una sorta di appiattimento del piacere,
  • mancanza di ogni interesse per il piacere e questo conduce al torpore affettivo.

Pubblicità

Nei casi più gravi di anedonia i soggetti diventano totalmente incapaci di provare qualsiasi tipo di emozione positiva (piacere, appagamento, benefici di ogni genere), perdendo la possibilità di dare un senso buono alle situazioni che vivono. Questo fenomeno comporta anche delle difficoltà a livello interpersonale, in quanto coloro che sono vicini ad un soggetto con grave anedonia non possono capire in pieno il problema e la loro incapacità di sperimentare emozioni positive, con conseguente deterioramento delle relazioni, fino a che la persona termina per isolarsi e sperimentare un forte senso di alienazione.

 

Riferimenti bibliografici:

  • Maldonato M. (2011) “Dizionario di scienze psicologiche”. Edizione Simone
  • Petrini P., Renzi A., Casadei A., Mandese A., (2013) “Dizionario di psicoanalisi”. Franco Angeli

 

(Dott.ssa Susanna Mariagrazia)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: anedonia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sofferenza interna e obiettivi…

Mauro, 31 anni     Durante tutta la mia vita ho perseguito obiettivi molto impegnativi. Oggettivamente giorno dopo giorno dopo giorno, mi sto re...

Quando lei maltratta lui (1574…

DELUSO 60, 59 anni     Incontrati a 46 anni io 40 lei, divorziati entrambi, io convivevo con una signora da 8 anni, lei con un figlio di 10 (unic...

Presa in giro (1574783413891)

Berna,  20 anni     Ciao, ho bisogno di aiuto e cerchero di spiegare il più brevemente possibile la mia situazione. Mi chiamo benedetta e s...

Area Professionale

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Le parole della Psicologia

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni