Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Rapporti sessuali di coppia (104364)

on . Postato in Sessualità | Letto 17 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Innamorata pensierosa 26

Gentile Dottore, sono una ragazza di 26 anni felicemente fidanzata da qualche anno e prossima al matrimonio, il mio rapporto di coppia è completo stabile e sessualmente abbiamo un ottima complicità, sembrerebbe una favola se non fosse per un mio problema che sta creando disturbi anche al mio compagno, nello specifico soprattutto nelle fasi preliminari all'atto sessuale mi da fastidio quando mi tocca con le mani nelle parti intime, all'inizio non ho dato importanza a questa cosa ma ultimamente sta creando motivo di delusione per il mio fidanzato perchè si sente che gli nego qualcosa.Non so da dove nasca questo rifiuto mi rendo conto però che nel momento che inizia a massaggiarmi mi irrigidisco e non sopporto il tocco, mi da fastidio!Facciamo l'amore regolarmente e io lo massaggio nelle parti intime senza problemi mentre lui non riesce a fare altrettanto con me perchè glielo impedisco, vorrei capire da cosa deriva la mia irritazione, risolvere questo problema e fare felice il mio partner donandomi come desidera. Grazie dell'attenzione.

Cara Innamorata Pensierosa, sarebbe molto interessante sapere qualcosa in più rispetto al fastidio che provi quando il tuo ragazzo ti tocca nelle zone intime, per esempio che tipo di fastidio è, da quanto tempo è cominciato, se sia successo qualcosa nella tua vita o tra di voi che possa spiegare questo fastidio. Questi sono tutti elementi che potrebbero aiutarti a capire la motivazione di quello che senti, e magari a trovare una soluzione. Potresti provare innanzi tutto a fare una riflessione in proposito. Inoltre, sarebbe consigliabile che tu escludessi qualunque eventuale problematica di tipo fisico connessa al fastidio che provi; per far questo ti consiglio di parlare con il tuo ginecologo in modo sincero delle sensazioni che hai, e di fare una visita. Se non dovessi riscontrare alcun problema di natura organica, e non riuscissi a trovare da sola una risposta al perché senti tutto ciò, la cosa migliore che puoi fare è cercare uno psicologo sessuologo nella tua città, ed insieme al tuo ragazzo, rivolgerti a lui per trovare un aiuto. Molti auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 06/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

News Letters