Pubblicità

Sesso (156278 )

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 61 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giuseppe, 23

 

Salve,
quanto sto per scrivere potrebbe risultare molto forte in quanto tratta esplicitamente del sesso.
Io e il mio ragazzo a letto andiamo molto d'accordo, solo che ci sono dei punti in cui non proprio riesco ad andare avanti. Ad esempio non mi piace quando lui mi incita a prendere il bocca il suo pene, o quando mi dice di leccargli gli attributi in basso. Poi se dovessi provare a chiederglielo io mi risponde che è stanco.
Cosa dovrei fare? Non rispondere più alle sue richieste ed ignorarle? Un'altra cosa riguarda le dimensioni del suo pene, è molto più grosso del mio è continua in un certo senso a vantarsene.
Perchè? Non capisco.
Grazie mille

Caro Giuseppe,
dal racconto si evince che la vostra relazione è soddisfacente pe quanto riguarda la socializzazione, ma un pò meno quando si tratta di far alcuni giochi erotici.
La sessualità deve essere spontanea e non imposta poichè viene a mancare l'emotività e il desiderio spontaneo, quindi dovreste dialogare fra voi per cercare di ottenere quegli equilibri che ogni coppia deve avere per una sessualità soddisfacente.
Se da soli non riuscite a trovare la soluzione vi consiglio di onsultare uno psicoterapeuta sessuologo che può aiutarvi nel risolvere i vostri problemi.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 30/10/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

News Letters

0
condivisioni