Pubblicità

Un viaggio nella mia perversione (118979)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 65 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Acquarius 20

Credo profondamente in queste iniziative e nella possibilità di poter scoprire anche solo un po' di luce lì dove non riesco a trovarla. Sono un ragazzo di 20 anni, l'altro giorno ho instaurato un discorso con una mia amica su quella che è la mia perversione e dopo una lunga discussione sono riuscito a tirare fuori dal mio profondo tutto quello che mi piacerebbe fare con una ragazza. Sono quì perchè voglio capire. Mi eccita l'idea di poter legare una ragazza e di costringerla passivamente a farsela addosso. L'immagine di una ragazza fradicia e sporca mi attira e non so bene cosa sia che mi fa piacere una cosa che il parer comune ritiene schifosa. Comunque, mi eccita tantissimo l'idea di una ragazza che comincia a divincolarsi e a contorcersi perchè fa a fatica a trattenere la pipì, comincia a sentire che sta perdendo il controllo e dalla sua bocca escono solo: "No, oddio no, merda, sto per farmela addosso"; quasi disperata riesce a ritrovare la pace solo quando si lascia andare con la pipì che scorre fra le gambe. Adesso però accade una cosa strana dentro di me, vedo lei che è fradicia e umiliata perchè ha fatto una cosa vergognosa. Si sente a disagio, è imbarazzata e cerca in qualche modo di nascondere quello che ha fatto. Io a quel punto non sento affatto il bisogno di umiliarla ulteriormente, mi viene di andarle vicino e di consolarla, di constatare che si è fatta realmente la pipì addosso approfittandone di qualche preliminare adolescenziale. L' ideale per me sarebbe concludere con l'atto sessuale finchè lei è ancora sporca e bagnata. Di sicuro questa situazione è altamente improbabile che si verifichi un giorno perchè c'è troppo contrasto tra i due ruoli opposti che tendo ad assumere: quello di far soffrire qualcuno per causa mia in quanto le faccio provare vergogna per quello che fa, e che poi proprio da te debba venire a cercare un conforto. Inoltre non ho mai sentito di una ragazza che anche solo nel suo profondo possa immaginare anche solo un decimo di tutto quello che ho detto. Riflettendoci però ci potrebbe essere una categoria di persone con queste: sono le ragazze adult-baby, ma sarebbe molto più bello se questa ragazza fosse una persona normale, o meglio che non faccia questo genere di cose abitudinariamente, ma che il fatto di farsela addosso si riveli un vero e proprio incidente. In rete ho trovato molti siti e molte persone che condividono parte della mia perversione. Ad esempio di ragazze a cui piace farsi la cacca addosso anche in pubblico o di vedere persone legate per poi essere umiliate, ma mai le due cose insieme, e sopprattutto che queste stesse persone cerchino conforto in una persona che allo stesso tempo l'ha umiliata. Ecco, la mia domanda è sostanzialmente questa: com'è possibile che riesca a pensare una cosa del genere? Cioè, cosa provoca in me il bisogno di generare del male per ottenere del bene? Quali possono essere le cause di queste perversioni che sono in un certo senso anormali? E' vero che nel sesso tutto è lecito (pedofilia e zoofilia a parte), ma siamo davvero in pochi, cos'è che ci rende simili? Un evento durante la nostra infanzia? Se si, di che tipo di evento potrebbe trattarsi? Un'altra cosa curiosa è la seguente (e anche l'ultima cosa): io non credo affatto nell'oroscopo ma su una nota community mondiale, ho notato che la maggior parte delle persone che ho trovato, a cui piace questo genere di cose, sono del segno acquario. Indovinate di che segno sono io? Esatto, acquario. Coincidenza? Non so se possa aiutarvi, ma ho fatto un test della personalità in rete e sono rimasto molto colpito in quanto mi sono ritrovato in tutto quello che mi diceva a proposito di me. Sono risultato un uomo "asta-triangolo", distonia dell'avere. Grazie fin d'ora.

Acquarius quante domande, altro che una essenziale. Com'è possibile che riesca a pensare una cosa del genere? Cioè, cosa provoca in me il bisogno di generare del male per ottenere del bene? Quali possono essere le cause di queste perversioni che sono in un certo senso anormali? Una fantasia sessuale è una fantasia e quindi nasce da te, come non lo posso certo sapere io, a volte possono venire da cose che abbiamo visto o da istinti profondi, da esperienze passate, o semplicemente è nata in noi, ma solo potendoti conoscere un po' meglio forse avrei la possibilità di rispondere a questa domanda, anche se non ne trovo il senso. Perchè le definisci anormali? Sono fuori dall'ordinario sì, ma non per questo dannose se l'altra persona è consensuale. Prova a vederla così, tu potresti trovare questa persona legata da un'altra, eccitarti nel vederla di nascosto e poi andare a "salvarla", questo potrebbe avere più senso certo, ma a che pro? E' vero che nel sesso tutto è lecito (pedofilia e zoofilia a parte), ma siamo davvero in pochi, cos'è che ci rende simili? Un evento durante la nostra infanzia? Se si, di che tipo di evento potrebbe trattarsi? Potrebbe essere davvero tutto, così come ti ho spiegato poco sopra; scene di questo tipo sono molto comuni nei fumetti giapponesi per esempio e forse puoi esserne stato influenzato senza ricollegarlo; comunque una fantasia ancora simile alla tua ma molto più crudele perchè non vi è consensualità ed apprezzamento dall'altra parte, viene dal film scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini, Salò e le 120 giornate di Sodoma. Un'altra cosa curiosa è la seguente (e anche l'ultima cosa): io non credo affatto nell'oroscopo ma su una nota community mondiale, ho notato che la maggior parte delle persone che ho trovato, a cui piace questo genere di cose, sono del segno acquario. Indovinate di che segno sono io? Esatto, acquario. Coincidenza? Ora non posso interpretare il pensiero di tutti i miei colleghi, ma per quanto mi riguarda non può essere altro che una coincidenza, simpatica certo, strana come tutte le coincidenze, ma niente più. Non so se possa aiutarvi, ma ho fatto un test della personalità in rete e sono rimasto molto colpito in quanto mi sono ritrovato in tutto quello che mi diceva a proposito di me. Sono risultato un uomo "asta-triangolo", distonia dell'avere. Purtroppo non sono la persona giusta neanche in questo ambito, io seguo l'orientamento cognitivo-comportamentale, il mio approccio è diretto e mirato al nucleo dei problemi, se di problemi si parla, o alla rieducazione di comportamenti e pensieri che non rendono facile il vivere quotidiano; asta-triangolo non sono concetti a me utili. Spero di aver comunque risposto a parte dei tuoi quesiti. Quello che serviva di sapere a me, per essere più esaustiva, è la sensazione che ti dà avere questa fantasia, perchè se per te è solo una curiosità e niente di più, va benissimo che tu ce l'abbia, se vuoi sapere se sei "normale" non posso che risponderti di sì. Ribadisco che l'unica cosa importante è che nel sesso e nel perseguire tutte le fantasie che possono esservi collegate ci devono essere 2 adulti, in grado di intendere e di volere, che sanno quello che fanno e che possono fermarsi ogni volta che lo ritengono il caso; poi sì, è tutto lecito. Vivi ed esprimi la tua sessualità seguendo questo principio e vedrai che tutte le cose che ci sono dietro (perchè, da dove viene) servono solo a complicarsi la vita, perchè ti piace il gelato? Da quando? Come è successo che hai assaggiato quei gusti anzichè altri? Perchè alcuni non li hai mai provati? Perchè metti dei gusti insieme e non altri? Chi te l'ha insegnato?! Ho reso l'idea?

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 29/05/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

News Letters

0
condivisioni