Pubblicità

Eric McGregor Study uncovers the right way to learn a foreign language in your sleep

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 625 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

You can swot up on vocabulary in your sleep – but only if you don’t confuse your brain in the process.Sleeping man by Eric McGregor 702x336

Researchers funded by the Swiss National Science Foundation have invited people to their sleep lab for a Dutch language course.

You can’t learn new things in your sleep. Nevertheless, if you’ve been learning vocabulary in a foreign language, it can be highly effective to hear these words played over again while you sleep, as was already shown a year ago by researchers from the university of Zurich and Fribourg. Their new study, funded by the Swiss National Science Foundation, demonstrates that this only works if the brain can do its job undisturbed.

Translating doesn’t help

The researchers got 27 German-speaking test subjects to learn Dutch words, then let them sleep for three hours in the sleep lab. The scientists already knew that playing back this vocabulary softly would help the test subjects to remember the words. Now they wanted to give them more information while they were asleep. The research team, led by biopsychologist Björn Rasch from the University of Fribourg, wanted to enhance the technique’s impact by supplying German translations after the Dutch words. They also wanted to achieve the opposite – in other words, they hoped that supplying incorrect translations would make the test subjects forget what they’d learnt.

“To our surprise, we were neither able to enhance their memory, nor able to make them forget what they’d learnt”, says Rasch. He was able to confirm the original findings – that simply cueing the Dutch vocabulary during sleep enabled the subjects to recall about ten percent more words.

 

Tratto da PsyPost - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: brain sleep learn foreign language vocabulary

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters

0
condivisioni