Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Combattere la paura di morire con la realtà virtuale

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 558 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Secondo uno studio recente i dispositivi che riproducono una realtà virtuale possono creare un’esperienza fuori dal corpo in grado, a quanto pare, di ridurre proprio la paura di morire poiché le esperienze "fuori dal corpo" migliorano l’atteggiamento verso la morte.

paura di morireLa paura di morire è un concetto più o meno familiare a tutti. Prima o poi, ci si ritrova a pensare, in qualche modo, a questo evento inevitabile. Esiste un modo per poter far sparire, o almeno diminuire, questa sensazione devastante?

Secondo uno studio recente, i dispositivi che riproducono una realtà virtuale possono creare un’esperienza fuori dal corpo, in grado, a quanto pare, di ridurre proprio la paura della morte.

“Il mio gruppo di ricerca ha lavorato per diversi anni sull’influenza che ha cambiare il corpo di qualcuno, nella realtà virtuale, sui suoi atteggiamenti, percezioni, comportamenti e cognizione nella vita di tutti i giorni”, ha affermato il Dott. Mel Slater della University of Barcelona. “Per esempio, posizionare le persone di colore bianco in un corpo virtuale con pelle nera riduce il loro pregiudizio razziale implicito, mentre introdurre gli adulti in un corpo da bambino cambia la percezione e l’identificazione di se stessi”.

Lo studio

“In questo studio volevamo constatare quali fossero gli effetti dello stabilire nelle persone un forte sentimento di appartenenza per un corpo virtuale, per poi farle uscire da esso, così da simulare un’esperienza fuori dal corpo.
Secondo la letteratura, infatti, quest’ultimo tipo di vissuti è associato, in genere, a cambiamenti negli atteggiamenti verso la morte, quindi volevamo verificare se ciò sarebbe effettivamente accaduto con un’esperienza fuori dal corpo di tipo virtuale”.

Lo studio, pubblicato sulla rivista “PLOS One”, ha usato un display Oculus Rift  per indurre esperienze fuori dal corpo in 16 donne.

Pubblicità


I ricercatori hanno usato questa tecnica per riprodurre quella che è conosciuta come “illusione di proprietà dell’intero corpo”: cioè, essi hanno creato l’illusione che il corpo umano virtuale fosse quello delle partecipanti.

Una volta stabilita questa falsa credenza, la prospettiva del soggetto fu cambiata dalla prima alla terza persona, facendo sembrare che la loro percezione visiva si fosse elevata al di fuori del proprio corpo.

Altre 16 donne, che costituirono il gruppo di controllo, hanno avuto un vissuto virtuale simile, ma con la differenza che i ricercatori non indussero un’esperienza fuori dal corpo.

I risultati dello studio

È emerso che, dopo la simulazione, le partecipanti che ebbero l’esperienza fuori dal corpo virtuale riportavano, in media, livelli più bassi di paura della morte, rispetto al gruppo di controllo.

Secondo il Dott. Slater, i risultati forniscono “una prova implicita che è possibile separare la coscienza dal corpo, il che potrebbe comportare un cambiamento negli atteggiamenti verso la morte”.

Considerazioni

Bisogna considerare, comunque, che la ricerca è ancora agli stadi preliminari. “Si tratta di un singolo studio, il quale necessita di essere replicato”, ha spiegato il Dott. Slater. “Esso, inoltre, si è basato principalmente su quanto emergeva da un questionario”, ha concluso lo studioso. “Sarebbe stato interessante indagare se ci fossero effetti a lungo termine sul rapporto che le persone hanno con la morte”.


 

(a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

Tags: morte paura di morire realtà virtuale

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è impiegato correntemente nella...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito confuso (1521708111477)

luisa, 48     Buongiorno, chiedo parere per mio marito 44 anni. Siamo sposati da 10 anni con bimbo di 9. Mi ha lasciata per una pausa di riflessi...

Che fare? (1520934157214)

Roberta, 26     Buongiorno, sto insieme al mio ragazzo da 5 anni e dopo alcuni alti e bassi, circa 6 mesi fa abbiamo deciso di provare a vivere i...

Amore non corrisposto (152165…

very, 19     Salve, le scrivo perchè non riesco a liberarmi di una persona... ...

Area Professionale

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

La misura del cambiamento in p…

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle r...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. Freud utilizza il termine per i...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

News Letters

0
condivisioni