Pubblicità

Supporto psicologico e psicoterapeutico ai malati di cancro

0
condivisioni

on . Postato in Il lavoro della psicologia | Letto 4521 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Si evidenzia con sempre maggiore chiarezza quale possa essere oggi il concreto beneficio di un supporto psicologico e psicoterapeutico nella gestione del paziente oncologico.

Supporto psicologico e psicoterapeutico ai malati di cancroIl cancro, come patologia cronica, può determinare diversi cambiamenti nello stile di vita di una persona, tale da andare ad ripercuotersi su tutto il contesto fisico, sociale e psicologico di chi si "scontra" con l'evento-malattia; le persone che vivono con il cancro hanno infatti un rischio maggiore di sviluppare vari problemi psicologici.

Gli studi infatti dimostrano che tali soggetti soffrono non solo di sintomi fisici, ma anche dello stress psicologico e sociale associato sia alla diagnosi che al trattamento della loro malattia.

Purtroppo tali disagi spesso non vengono elaborati dai pazienti, tanto da arrivare a non comunicare i propri sentimenti o essere addirittura inconsapevoli della loro angoscia.

Più nello specifico gli studi dimostrano che a parte la paura di morire, i pazienti si sentono minacciati dagli eventuali interventi, come la chemioterapia o radioterapia, preoccupandosi di perdere la propria integrità fisica, l'indipendenza e il proprio ruolo sociale.

La psicologia applicata al contesto sanitario, e più nello specifico al campo dell'oncologia, ha svolto e continuerà a svolgere un ruolo fondamentale nella prevenzione e trattamento del cancro; in un numero speciale della rivista American Psychologist, dal titolo "Il cancro e la Psicologia", i ricercatori hanno effettuato una revisione dei diversi contributi delle scienze psicologiche per la ricerca, lo screening, l'aderenza medica o meglio definita compliance, la prevenzione e qualità della vita dei soggetti con un vissuto di cancro o neoplasia.

La review si è posta l'obiettivo di mettere in evidenza le scoperte e le realizzazioni che hanno portato la psicologia a essere considerata come un aspetto fondamentale dell'intervento applicato al paziente oncologico.

A partire da tali premesse, si andrà ora ad analizzare, più nel dettaglio, l'impatto dell'intervento medico sullo stress e la qualità della vita in pazienti con il cancro.

Rispetto al concetto di Qualità della vita (QoL), essendo ampio, soggettivo e multidimensionale, nel contesto della ricerca, è utilizzato in chiave descrittiva, per riferirsi "al benessere sociale, fisico ed emozionale delle persone e alla loro capacità di assolvere i compiti ordinari della propria vita".

Si è osservato che nella pratica quotidiana, spesso a causa di diversi limiti indipendenti dalla loro volontà, molti medici si concentrano più spesso sugli aspetti fisiologici correlati al cancro; così gli studi sottolineano come la valutazione della qualità della vita di un paziente oncologico rimanga, nel contesto sanitario, un settore trascurato.

Entrando più nel dettaglio, quando il medico effettua una diagnosi di cancro, il paziente, a causa della minaccia esistenziale che questo determina, mette in atto una serie di difese adattive al fine di mantenere la propria stabilità psicologica.

Scontrarsi con una diagnosi di neoplasia maligna, suscita una serie di reazioni emotive più intense rispetto a qualunque altra malattia; questo porta alla creazione di meccanismi di difesa che interferiscono così con il processo terapeutico.

I sintomi psicologici che spesso accompagnano tale reazioni sono la paura circa gli eventuali cambiamenti corporei, come la perdita dei capelli, la paura della morte, e la comunicazione di tale evento alla famiglia.

Pubblicità

La letteratura sottolinea come anche i diversi modi di comunicare la diagnosi possa produrre nei pazienti diversi reazioni emotive; ad esempio, l'assenza di empatia da parte del medico nel comunicare la diagnosi può determinare un grande trauma e la comparsa di reazioni difensive, quali rabbia e negazione.

Sul livello fisico, il cancro produce grandi cambiamenti dell'immagine corporea e soprattutto nel modo in cui i pazienti percepiscono il loro corpo; tra le problematiche psicologiche sono da annoverare la labilità emotiva, preoccupazioni circa il proprio futuro, sentimenti di solitudine, abbandono, problemi interpersonali.

Tutti questi problemi possono verificarsi durante i diversi stadi della malattia e durante il trattamento con conseguenze psicologiche di varia entità.

I disturbi psichiatrici/psicologici che si manifestano nei pazienti oncologici sono principalmente il disturbo depressivo, il disturbo post-traumatico da stress, disturbi d'ansia, disfunzioni sessuali (calo del desiderio sessuale, disfunzione erettile, anorgasmia) fino a raggiungere, nei casi più gravi, l'ideazione suicidaria.

Emerge pertanto la necessità di inserire un intervento psicologico da affiancare a quello medico per ridurre al minimo lo stress e cercare così di ottimizzare la qualità della vita dei pazienti affetti da cancro.

In tale contesto, l'intervento psicoterapeutico dovrebbe riguardare quegli aspetti connessi alla struttura di personalità, storia di vita del paziente, identificazione del significato attribuito alla malattia, meccanismi di difesa atti a ridurre lo stress correlato alla malattia e individuazione di modelli comportamentali utilizzati in passato come possibili predittori di reazione per la situazione attuale.

Lo scopo del trattamento è quindi quello di favorire nei pazienti una riduzione dell'ansia connessa alla malattia, fornire degli strumenti utili a superare le difficoltà e determinare una nuova stabilità psichica.

 

Tratto da “Psychooncology”

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Giorgia Lauro)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

Tags: psicologia cancro supporto psicologico tumore

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

Prosopoagnosia

La prosopoagnosia (o prosopagnosia) è un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce il riconoscimento dei volti delle persone (anche dei fami...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

News Letters

0
condivisioni