Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n. 46 - 20.12.2001

on . Postato in News libri e riviste | Letto 187 volte

  • Le domande dei bambini
  • Psicologia cognitiva dell'apprendimento - Aspetti teorici e applicazioni
  • Elogio della madre. Riscoprire l'importanza dell'istinto materno nella crescita dei figli
  • Omosessuali moderni. Gay e lesbiche in Italia
  • LA SCUOLA COME CLIENTE - La funzione dello psicologo scolastico. I risultati del Laboratorio Pilota
  • Sindrome di Asperger e autismo high-functioning - Diagnosi e interventi
Anna Oliverio Ferraris
Le domande dei bambini
Rizzoli Editore

Il mistero della nascita, la famiglia, il sesso, l'amore, la violenza, il divorzio, l'adozione, l'abbandono, la guerra, il razzismo, l'amicizia, il dolore, la religione: mai come oggi i bambini ci impegnano con domande difficili, alle quali non sempre vogliamo o siamo in grado di rispondere.
Negli ultimi decenni, il rapporto tra genitori e figli è cambiato radicalmente: il mondo è sempre più veloce, e i bambini anche. Questa nuova dimensione - molto più ricca di stimoli ma meno regolata rispetto a un tempo - implica complessità, libertà, complicità. Allo stesso tempo, richiede molta più attenzione, da parte degli adulti, all'ascolto e al confronto. Ora non si può più dire, coma una volta, "sei troppo piccolo per queste cose".
Eppure, perché il dialogo sia autentico è indispensabile tener conto delle diverse fasi di sviluppo del bambino. La sua evoluzione non è lineare ma procede "a onde": nuove strategie di conoscenza si intrecciano a quelle vecchie, le stesse questioni vengono riproposte a distanza di tempo in modo diverso, davanti a passaggi troppo complessi emergono spesso esitazioni e incertezze. L'importante è dimostrarsi sempre disponibili e non tirarsi indietro.
Anna Oliverio Ferraris passa in rassegna tutte le domande più comuni dei bambini che, nella loro presunta "innocenza", toccano i nodi fondamentali dell'esistenza umana, e propone alcune tracce di risposta, a seconda delle diverse età.
Lo scopo è quello di suggerire i toni e gli atteggiamenti con cui affrontare di volta in volta le situazioni che ci si presentano: di fronte alle piccole e grandi sfide della vita i bambini vanno protetti ma non ingannati. C'è sempre una maniera, anche lieve come una favola, per accompagnarli nella crescita rispettando le loro esigenze più profonde.

Anna Oliverio Ferraris, psicologa e psicoterapeuta, insegna Psicologia dello sviluppo all'Università La Sapienza di Roma. Tra i suoi libri più recenti, "Crescere. Genitori e figli di fronte al cambiamento" (R. Cortina 1992), "Zone d'ombra. Storie di normale psicopatologia" (Giunti 1995), "Tv per un figlio" (Laterza 1995, 1999), "Il terzo genitore. Vivere con i figli dell'altro" (R. Cortina 1997).


Rossana De Beni, Francesca Pazzaglia, Adriana Molin e Claudia Zamperlin
Psicologia cognitiva dell'apprendimento - Aspetti teorici e applicazioni
pp.256, ISBN 88-7946-424-8, Prezzo: L. 29000 - € 14,98
Erickson Editore

Memoria, attenzione, capacità di comprendere, ragionamento, sono tra le funzioni cognitive più direttamente implicate nell’apprendimento. Da sole, però, non sono sufficienti a garantire il successo a scuola. La riuscita scolastica ha infatti bisogno anche di una motivazione adeguata, di un atteggiamento positivo nei confronti della scuola, di una buona consapevolezza delle proprie potenzialità, unita alla capacità di utilizzarle in modo flessibile e strategico. In questo volume — costruito sulle acquisizioni più recenti della psicologia cognitiva e rivolto principalmente agli insegnanti di classe e di sostegno — vengono prese in esame le variabili che insieme concorrono a facilitare l’apprendimento, ma anche quelle che possono inibirlo; viene spiegato come le conoscenze metacognitive influenzino la capacità di apprendere; viene approfondito il ruolo dell’attenzione, della memoria, della comprensione nello studio, sottolineando come in tutti questi ambiti sia fondamentale l’atteggiamento più o meno strategico della persona che apprende.

Ogni capitolo è introdotto da una parte teorica, che fornisce i risultati delle ricerche più rilevanti e dei modelli teorici più accreditati e suggerisce i possibili risvolti didattici e applicativi delle teorie, e da un questionario, che verifica le eventuali conoscenze dell’insegnante sull’argomento trattato. In ogni capitolo, inoltre, uno schema approfondisce i disturbi di apprendimento specifici al processo cognitivo che è stato trattato: questi approfondimenti hanno lo scopo di rendere consapevoli gli insegnanti dell’esistenza dei disturbi di apprendimento, riportando la loro origine alla sfera cognitiva, e di sottolineare con tali esempi l’importanza “pratica” delle variabili cognitive considerate. Segue, infine, una parte applicativa in cui vengono presentati alcuni strumenti di valutazione e alcuni esempi di possibili programmi di interventi didattico. Queste sezioni offrono all’insegnante l’occasione di sperimentare innanzitutto su se stesso quelle operazioni cognitive implicate nell’apprendimento che vengono più frequentemente richieste durante lo studio. Oltre che agli insegnanti, il volume può essere utile anche a tutti coloro che, per motivi professionali di formazione, sono interessati al funzionamento della mente umana nel processo di apprendimento.


Antier Edwige
Elogio della madre. Riscoprire l'importanza dell'istinto materno nella crescita dei figli
Prezzo €. 14,98, 196 p.
Collana Saggi
Editore Mondadori

Qualunque sia il loro comportamento, soprattutto quando rispecchia alcuni divieti della tradizione popolare, piuttosto che dell'interpretazione psicoanalitica, le madri vengono regolarmente colpevolizzate. In questo libro l'autrice spiega la necessità di tornare alla spontaneità nei comportamenti materni, ponendola come requisito essenziale per una crescita e uno sviluppo armonico e sereno dei figli.

 

Marzio Barbagli, Asher Colombo
Omosessuali moderni. Gay e lesbiche in Italia
Contemporanea
pp. 328, L. 30.000 (euro 15,49), ISBN-88-15-08350-2
Editrice Il Mulino

Il volume
Che cosa sappiamo, al di là degli stereotipi, degli uomini e delle donne che amano persone dello stesso sesso? Come mostra questo libro, lentamente l'opinione pubblica italiana nei confronti degli omosessuali sta cambiando, ma, soprattutto, stanno cambiando i comportamenti dei gay e delle lesbiche. Il "coming out", la diffusione dei luoghi pubblici di incontro, l'elaborazione politica e culturale segnalano, anche per il nostro paese, l'emergere di un'identità omosessuale, accompagnata da richieste collettive esplicite (unioni civili, adozione, fecondazione assistita) che sono terreno di scontro. In questa, che è la più ampia ricerca condotta in Europa sul tema, gli autori raccontano come gay e lesbiche vivono la loro condizione, ricostruiscono il processo che ha portato alla nascita degli omosessuali moderni, offrono uno sguardo comparato su altri paesi.

Gli autori
Marzio Barbagli insegna Sociologia nella Facoltà di Statistica dell'Università di Bologna. Tra i suoi libri con il Mulino: "Provando e riprovando" (1990), "Immigrazione e criminalità in Italia" (1998), "Sotto lo stesso tetto" (2000, quarta ed.).Asher Colombo insegna Sociologia nell'Università di Bologna. Con il Mulino ha già pubblicato "Etnografia di un'economia clandestina" (1998) e "Gay e Aids in Italia" (2000).



Sergio Salvatore
LA SCUOLA COME CLIENTE - La funzione dello psicologo scolastico. I risultati del Laboratorio Pilota
Scritti dell'Ordine degli Psicologi del Lazio
pp. 240, € 18,08 (L. 35.000), Cod. 1240.184, Collana: Serie di Psicologia, ISBN 88-464-3287-8
Franco Angeli Editore

Laboratorio Pilota è il nome della sperimentazione, realizzata dall'Ordine degli Psicologi del Lazio, volta ad individuare linee di sviluppo della psicologia in ambito scolastico. È nella tradizione dell'Ordine promuovere iniziative sul tema della psicologia scolastica. Tra i tanti cambiamenti organizzativi e culturali che la scuola italiana sta attraversando, si sta affacciando la possibilità che una legge dello Stato istituisca un servizio di psicologia a supporto del sistema scolastico e di chi, all'interno di esso, lavora e apprende. In rapporto a questo scenario, la professione psicologica è sollecitata ad innovare l'offerta di servizi, adeguarla all'evoluzione della domanda del mondo scolastico e dei suoi attori.
Lo sviluppo della psicologia in ambito scolastico passa dunque per l'incremento della capacità di orientamento al cliente della professione. Ma cosa significa assumere la scuola come cliente? Quale è la fattibilità ed efficacia di tale politica di sviluppo? Quale il suo rapporto con le culture professionali degli psicologi? In quali modelli di prodotti-servizio si traduce? Il Laboratorio Pilota si è posto questi interrogativi. I suoi risultati individuano, da un lato, una scuola sempre più orientata a valorizzare l'Autonomia, dall'altro, un sistema psicologico che può trovare un terreno di confronto utile in alcuni criteri procedurali e di riscontro delle prassi di intervento. L'Ordine e le altre agenzie della professione, anche sulla base dei risultati di questo lavoro, potranno operare alla costruzione di una cultura dell'intervento psicologico che assuma la scuola come portatrice di specifici scopi, al servizio dei quali collocarsi.
L'Ordine degli Psicologi è stato istituito con la Legge 56 del 1989. Cura la tenuta dell'Albo, svolge azione di tutela del professionista e del cittadino dall'esercizio abusivo della professione e dall'inosservanza del codice deontologico, promuove la professione e la qualità delle sue prestazioni nei diversi ambiti della vita sociale. L'Ordine degli psicologi del Lazio conta 9000 iscritti e ha sede a Roma, in via Flaminia 79.

Sergio Salvatore, professore associato di Psicologia dinamica presso l'Università di Lecce. Si interessa di analisi dei processi culturali e di problemi teorico metodologici inerenti l'intervento psicologico. Su tali tematiche ha pubblicato diversi lavori; tra gli altri con M. Grasso, in questa stessa collana, Pensiero e decisionalità (1997) e, con R. Carli, L'Immagine della psicologia (2001).


Eric Schopler, Gary B. Mesibov e Linda J. Kunce (a cura di)
Sindrome di Asperger e autismo high-functioning - Diagnosi e interventi
pp.350, ISBN 88-7946-422-1, Prezzo: L. 48000 - € 24,79
Erickson Editore

Presentando contributi di numerosi esperti e punti di vista di diverse discipline, il volume intende approfondire un'importante questione relativa al mondo dell'autismo: la sindrome di Asperger e l'autismo high-functioning (con un buon livello intellettivo) sono condizioni diverse? Se il DSM-IV sancisce una distinzione fra queste due sindromi, le posizioni presentate nell'opera sembrano concordare invece su una risposta negativa, dimostrando come tale distinzione sia parziale, basata in parte su errori concettuali e metodologici, prematura e priva di rilevanza pratica dal punto di vista degli interventi. Primo contributo italiano sul confronto tra sindrome di Asperger e autismo high-functioning, il libro presenta interventi psicologici, didattici ed educativi derivati dalla psicologia cognitiva e cognitivo-comportamentale ed è rivolto a psicologi, psichiatri, neuropsichiatri infantili, neuropsicologi, educatori, insegnanti e genitori di persone con autismo high-functioning.

Psicologi e psichiatri troveranno nel volume un aiuto per formulare diagnosi psichiatriche, differenziali, funzionali e prognosi, oltre che per impostare piani di trattamento e insegnamento con maggiore consapevolezza e accuratezza nell'ambito dei disturbi dello spettro autistico e dei disturbi generalizzati dello sviluppo. Il volume offre una prospettiva critica anche sulla stessa validità dei criteri diagnostici per sindrome di Asperger e autismo high-functioning utilizzati nei sistemi internazionali di classificazione psichiatrica e nella letteratura scientifica.Insegnanti, educatori, genitori e psicologi troveranno la descrizione di metodi per comunicare più efficacemente con i bambini affetti da sindrome di Asperger o autismo high-functioning, in particolare per l'insegnamento di conoscenze e competenze sociali. Rivolto in particolare agli insegnanti è il capitolo dedicato agli adattamenti che si rendono necessari nella classe e nella lezione per l'insegnamento a questi bambini. Per i genitori può essere importante leggere anche i capitoli finali in cui alcune persone affette da questa condizione descrivono alcuni nodi centrali della loro vita, dei loro affetti e del loro rapporto con familiari, insegnanti, psichiatri e psicologi e con le altre persone in generale.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Abuso narcisistico in famiglia…

Apocalisse, 38     Cinque anni fa ho perso mia madre di un grave e raro tumore all'intestino. La sua perdita ha generato un totale disfacimento ...

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

News Letters